Negli ultimi mesi Stonex, grazie ad un marketing accattivante, è riuscita a far parlare moltissimo di se e del suo primo top di Gamma: lo Stonex One. Oggi non andremo a recensire il device, per la recensione c’è ancora del tempo da aspettare, parleremo, invece, della politica di Stonex e di come questa società si è voluta introdurre nel mercato degli smartphone Android, va sottolineato che Stonex è principalmente un’azienda di progettazione e produzione di strumenti topografici di alta precisione per diverse applicazioni fra cui vale la pena di citare: ingegneria civile, topografia, GPS & mapping, 3D imaging, sicurezza, trasporti e settore minerario.

Cosa ci è piaciuto di Stonex:

Dobbiamo riconoscere che non sono poche le cose che ci son piaciute di Stonex:

  • Innanzitutto l’essere un’azienda italiana e quindi  l’aspirazione a dare lavoro ai nostri concittadini: Stonex ha sempre voluto rimarcare la propria propensione ad assumere personale italiano e di questo le diamo merito.
  • Il voler collaborare al  S.O con un team di sviluppatori italiani, il team Hazy, noto team di sviluppatori italiani di Custom ROM, per rendere il sistema operativo del device (CiaoOS) impeccabile: la critica si è soffermata subito sui bug che affliggono il sistema ma Stonex e l’Hazy Team  stanno lavorando davvero duramente per rendere CiaoOS, ora come ora è molto simile all’interfaccia stock di Google, un sistema unico e esente da bug.
  • La scelta  di vendere un device dall’hardware ottimo ad un prezzo davvero contenuto (€299) infatti sotto al cofano di questo device trovano posto un processore Mediatek Octa-Core a 64-bit accompagnato da 3GB di RAM, display da 5.5” 2K, una fotocamera posteriore da 21Mpx e una frontale da 8Mpx, infatti il motto di Stonex è: ”Noi vendiamo tecnologia di serie A ad un giusto prezzo”.
  • L’ambizione di voler lanciare questo progetto in moltissimi paesi, anche al di fuori del continente europeo valorizzando le idee del nostro paese all’estero.
  • La disponibilità di chi lavora al progetto: gente sempre pronta a rispondere a domande e critiche che gli utenti hanno posto e ancora pongono durante tutti questi mesi.
  • Il metterci la faccia di Facchinetti, che avrebbe potuto investire un fondo monetario nel progetto e poi attendere i profitti senza partecipare on-screen, invece è sempre prontoper rispondere nei blog e su Facebook.
  • L’intitolare le edizioni dello Stonex One a personaggi storici italiani: la prima edizione era intitolata a Galileo mentre la seconda a Leonardo Da Vinci.
  • La trasparenza della società: Stonex nei suoi video ha anche ripetutamente precisato i prezzi dei singoli componenti e il loro profitto (€15 per device) che risulta davvero basso se rapportato a quello delle grandi aziende.

xspessore-stonex-one.png.pagespeed.ic.uGdCiP3dyS

Cosa non ci è piaciuto di Stonex:

  • L’aver prodotto pochissimi device prima di questo top di gamma: i device lanciati da Stonex prima di questo top di gamma si contano sulle dita di una mano e nessuno di questi era top di gamma.
  • La troppa aggressività nelle foto-confronto con altri device: Stonex nel pubblicizzare il suo device ha sbagliato solo nel frangente delle foto-confronto, immagini nelle quali mostravano il loro device rapportato agli attuali top di gamma dando gran risalto ai propri punti di forza dove lo Stonex One risultava migliore ma tralasciando i punti deboli del device.

Stonex

  • L’aver promesso le spedizioni del device per fine luglio e averli cominciati a spedire solamente un mese dopo: Stonex non si aspettava un boom di vendite così alto e per questo motivo ha riscontrato non pochi problemi di logistica nel momento in cui doveva spedire i device infatti gli acquirenti dello smartphone si aspettavano di ricevere il loro smartphone prima di agosto, purtroppo non è stato così ma ora le spedizioni sono partite e molti utenti hanno ricevuto il device.

Concludendo possiamo dire che questo progetto ci ha veramente colpito, erano anni che volevamo vedere cose del genere nel panorama italiano; finalmente abbiamo uno smartphone valido che porta il tricolore italiano nel mondo degli smartphone. C’è da sottolineare che Stonex dopo il lancio il device non ha assolutamente riposto i remi in barca, anzi, sta continuando a lavorare in modo davvero intensivo per ottimizzare il software e migliorare il CiaoOS migliorandone le performance ed aggiungendo funzioni che rendano il device appetibile sotto tutti i punti di vista.

Presto arriverà la recensione dello Stonex One che ha diviso la critica nelle prime recensioni apparse nel web.

E voi, che ne pensate di Stonex? Fateci sapere la vostra opinione ne commenti!