Deep Web e TOR sono nomi che spesso saltano all’occhi nei meandri oscuri o meno della rete ma esiste davvero poca chiarezza su cosa sia il Deep Web, su come accedervi e soprattutto cosa si può trovare e cosa si rischia di trovare nella versione nascosta di internet.

deep web red
Andiamo anzitutto a premettere che viaggiare anonimi oggi non è più una missione impossibile eseguibile da esperti di informatica, grazie infatti a numerosi e semplici strumenti, quale ad esempio TOR, è possibile nascondere la propria identità. Premetttiamo fin da subito che dietro a schermo e tastiera non si è mai al sicuro.

Come viaggiare anonimi e cosa vuol dire? Restare nell’anonimato in rete equivale a nascondere il proprio volto quando si gira per le strade delle città, ovvero si nascondono le proprie informazioni e i metodi di riconoscimento, in particolare si va a mascherare il proprio indirizzo IP.
Per fare questo entra in gioco TOR che è uno dei servizi più semplici e user friendly per viaggiare anonimi (spiegheremo in un altro articolo come usarlo), TOR (The Onion Router “L’istradatore a cipolla”) è un protocollo che consente di collegare un computer A ad un altro computer B nascondendo a B l’indirizzo IP di A, passando attraverso gli altri computer (non-exit delay) connessi alla Onion Net, e che permette inoltre di andare a criptare la connessione. Grazie a tale protocollo l’indirizzo IP del computer A non sarà più visibile al computer B, poiché B vedrà l’indirizzo IP dell’ultimo computer relay (chiamato exit relay node), che instrada la richiesta di A usando il proprio DNS (Domain Name Server) e quindi bypassando eventuali censure imposte sui DNS dell’ISP usato da A (approfondiremo in seguito).
Riassumendo TOR è un protocollo da applicare ai browser che va a nascondere le nostre informazioni e che ci permette di addentraci anonimamente nel Deep web.

Si ma quindi cos’è questo Deep web? Una volta pronti per l’anonimato siamo pronti ad addentrarci nelle profondità del web, quaggiù i siti non hanno nomi e titoli ma solamente codici alfanumerici (provate questo: https://xmh57jrzrnw6insl.onion.to). I siti presenti in questo web nascosto non sono raggiungibili in nessun modo senza usare tale tipologia di protocolli, non sono semplici siti oscurati perché illegali, non esistono nelle tabelle dei DNS dell’internet che conosciamo, esistono solo qui.
Riassumendo il Deep web è una versione nascosta di internet, un’internet diverso da quello che conosciamo non ci troveremo di fronte a siti di sport, news e social network, una rete a cui non è facile accedere, che raggruppa siti illegali o meno, siti nascosti volontariamente dal web accessibile a tutti, una rete di siti pericolosa.

Cosa possiamo trovare nelle profondità del web? Potete trovare più o meno qualsiasi cosa che sia illegale al giorno d’oggi, principalmente è utilizzato per lo spaccio di droga e armi, per assoldare killer o piccoli eserciti mercenari, per acquistare documenti falsi e carte clonate o per acquistare servizi quali malware, virus o attacchi di hacker, ma è possibile anche trovare siti nascosti ma legali e forum di svariate tipologie.

Tutti i pagamenti nel Deep Web sono effettuati utilizzando Bitcoin che garantiscono velocità di trasferimento e anonimato.

deep web

Vi state chiedendo quanto è vasta questa rete? Si stima che il web visibile, ovvero i siti che iniziano con www e che potete trovare su Google siano circa il 4% dell’intera quantità di siti esistenti, il restante 96% è ben nascosto ben al di sotto delle vostre tastiere.

N.B. Il Deepweb è un posto oscuro, non giocate a fare i gangster o gli hacker. Questo articolo è stato scritto solamente a scopo informativo e non ci assumiamo responsabilità per l’uso che potrete fare delle informazioni qui trovate.

Via