Confronto sistemi operativi mobile: al giorno scegliere uno smartphone, soprattutto per chi lo utilizza parecchio per lavoro o sta semplicemente entrando per la prima volta all’interno di questo complicatissimo mondo è sempre una scelta davvero quasi impossibile, questo è dato dalla miriade di dispositivi che abbiamo in commercio al giorno d’oggi, basta entrare in un semplice negozio e perdersi perché ammettiamolo, gli smartphone al giorno d’oggi sono un po’ tutti uguali, tutti si copiano fra di loro e un cliente potrebbe dire che sono tutti uguali, ma al loro interno le diversità ci sono e come, ma partiamo dall’inizio.
Startup_Smartphone_858x536-large_trans++qVzuuqpFlyLIwiB6NTmJwfSVWeZ_vEN7c6bHu2jJnT8[1]

Partiamo da quello che l’OS più famoso e sicuramente più venduto, Android, poi parleremo di iOS e infine Windows Phone

Android

google_nexus_6p_review_6

Android è il sistema operativo per smartphone più personalizzabile di tutti, questo per un semplice motivo, essendo basato su dei Kernel Linux e questo non solo porta benefici per quanto concerne proprio quello che è l’usabilità con applicativi di terze parti ma porta anche benefici per la libertà di personalizzazione del software. Il sistema operativo per Android forse è un po’ più per smanettoni, ma è anche vero che al giorno d’oggi i vari produttori personalizzano quella che è la UI ( user interface, o più semplicemente interfaccia grafica) rendendo a volte lo smartphone anche molto semplice da utilizzare, ma dipende sempre dal produttore; quello che forse ha la UI più semplice da utilizzare al giorno d’oggi è proprio Samsung che grazie alla sua TouchWiz rende tutti i dispositivi Android di semplice utilizzo, poi c’è la UI AOSP, che sta per Android Open Source Project, che sta a significare semplicemente che la ROM che è all’interno dello smartphone è stock, quindi come l’ha pensata Google e proprio quest’ultima è praticamente la UI che è un pochino per smanettoni dove ci sono poche impostazioni ma che attraverso dei trucchetti è possibile renderla davvero molto diversa rispetto al normale e magari più utile e funzionale alle nostre esigenze. Un’altra cosa da segnalare per quanto concerne Android è la compatibilità che abbiamo con dispositivi “Companion”, di fatto la compatibilità con il Chromecast è davvero eccellente ( e ci mancherebbe dato che l’azienda è la stessa) dispositivi di terze parti anche (Pebble) e anche l’ottima integrazione con Android Wear che grazie a Google Now diventa davvero un pacchetto molto completo, ma allo stesso tempo per quanto concerne il PC non è che abbiamo una integrazione buona, è vero che Google ha tutto sulla nuvola, ma sarebbe anche carino un sistema di backup che in caso di rottura del nostro smartphone non ci permetta di perdere quelli che sono i dati delle nostre applicazioni.
Ma quindi, andiamo a vedere nel dettaglio un paio di difetti e pregi:
Pregi:
-Ampia possibilità di scelta per i prezzi;
-Possibilità di personalizzazione del sistema molto avazate;
Difetti:
-Aggiornamenti sui dispositivi poco recenti non al top;
-Qualità delle App di terze parti inferiori alla media;

iOS

iphone_6_3058505b-large_trans++pJliwavx4coWFCaEkEsb3kvxIt-lGGWCWqwLa_RXJU8

Ora parleremo della piattaforma più chiuse fra tutti, ma anche la migliore praticamente da tutti i punti di vista, iOS di fatto non è solo uno dei migliori sistemi operativi per affidabilità e qualità in generale per quanto concerne le applicazioni sviluppate da sviluppatori di terze parti, ma è anche un sistema operativo che ha parecchi difetti che nell’uso quotidiano si fanno sentire, soprattutto per coloro che amano modificare o comunque personalizzare quella che la UI del proprio telefono. IOS da sempre si porta dietro il fatto che non ha praticamente personalizzazioni, almeno che non si esegua il Jailbreak, Apple non renderà mai “libero” il proprio sistema operativo, ma questo dato negativo porta anche ad aspetti positivi; di fatto nessun cliente Apple ha bisogno di una guida su come utilizzare l’iPhone, perché l’iPhone è sempre quello. Cioè che rimane anche a bocca aperta di Apple è la sincronizzazione con tutto il mondo dei suoi dispositivi che ci gira attorno, è davvero incredibile comprare un iPhone, installare 300 app al suo interno e dopo un paio di mesi comprarsi un iPad, mettere solamente username e Password e ritrovarsi le stesse applicazioni, con gli stessi dati salvati al suo interno e soprattutto nella stessa posizione dove le avevamo rimaste all’interno di iPhone, quindi la sincronizzazione è un qualcosa di incredibile, ma non finisce qui; se avessimo un Mac, o una Apple TV o ancor meglio un Apple Watch ci potremmo rendere conto come Apple è al lavoro su 4 sistemi operativi (Mac, TV OS, Watch OS e iOS) ma che la zuppa è la stessa. Su Mac riceviamo le notifiche di iPhone, possiamo rispondere alle chiamate dal Mac stesso e possiamo fare dei Backup di tutti i file che abbiamo all’interno di iPhone su iTunes in modo davvero molto veloce e questo permette di avere una doppia copia per essere un pochino più sicuri. Di conseguenza la compatibilità è perfetta anche con Watch OS: si può interagire in vari modi con le notifiche e soprattutto completano il pacchetto un ottima applicazione Salute, sia su Watch che su IPhone che permettono di avere uno storico davvero importante associato anche ai nostri battici cardiaci, ma non tutto ciò che oro luccica. Apple ha creato un ottimo ecosistema, iPhone e iOS  vanno davvero bene ma, ci sono ancora troppi ma sono dati da questo sistema troppo chiuso, non si possono inviare file via Bluetooth (chi lo usa più, ma le persone sulla 50ina vi possiamo assicurare che lo usano), non possiamo avere app di terze parti in Background (dropbox per esempio) per effettuare un Backup perché all’improvviso il sistema le congela e soprattutto il prezzo, i prodotti Apple sono top di gamma è vero, ma il prezzo è davvero troppo alto per tutti i dispositivi, forse iPhone SE si salva.  

Pregi:

-Ecosistema interessante e molto sicuro;

-Affidabilità eccellente;

Difetti:

-Prezzi troppo alti;

-Ecosistema troppo chiuso; 

Windows Phone

header5

Allora, dobbiamo parlarvi anche di Windows Phone perché comunque è uno dei 3 OS che regna al giorno d’oggi, ma dobbiamo anche ammettere che è un sistema operativo che man mano sta seriamente andando a morire dato il fatto che non ci sono molti smartphone recenti in giro, e soprattutto quelli che sono stati lanciati hanno seri problemi per quanto concerne il software, ma parliamone in generale. L’idea di Windows Phone 10 è quella di avere una Home page con praticamente al suo interno tutte le notifiche delle nostre applicazioni che abbiamo installato all’interno dello smartphone, che possono essere sia app per i social, sia app di terze parti come la posta, il meteo eccetera. Il sistema in se è davvero molto reattivo, ma le applicazioni che troviamo all’interno dello store sono davvero un pochino fatte male; abbiamo si delle applicazioni ufficiali, ma ci sono utenti di Windows Phone che nel loro dispositivo addirittura installano il porting di Facebook di iOS per esempio, dato che l’App di Windows Phone non è proprio il massimo. Quindi le applicazioni all’interno dello store non sono proprio il massimo, ma bisogna ammettere che le applicazioni che sono integrate all’interno del sistema operativo sono davvero fatte bene, di fatto Windows Phone 10 ha probabilmente uno dei migliori browser e il miglior client mail. Ciò che Windows Phone sta sfruttando in questo periodo è la funzionalità continuum, utile in ambito business che permette di collegare il nostro smartphone ad uno schermo esterno con tastiera e mouse e utilizzarlo come se fosse un vero e proprio PC; l’idea c’è tutta, peccato che la fruibilità ancora non è al massimo e queste dock che ci permettono la connessione ad un monitor esterno non sono per niente economiche. Detto questo è un sistema operativo ben fatto e che soprattutto è fluido anche su Smartphone che non sono molto potenti, ma è anche vero che lo sviluppo che c’è dietro non è per niente all’altezza.

Pregi:

-Sistema molto veloce e reattivo

-Funzionalità continuum, utile in ambito Business

Difetti:

-Applicazioni di terze parti non sempre affidabili

-Sistema quasi in via d’estinzione

Insomma, è stato difficili essere obiettivi in questo confronto, ma sicuamente abbiamo risposto a più o meno tutte le esigenze che una persona si domanda quando vuole andare a cambiare magari smarphone e quindi cambiare sistema operativo. Per fare un sunto veloce, se siete persone che adorano la tecnologia ma vogliono far in modo che è lo smartphone che lavora per voi allora utilizzate Android, aperto veloce e personalizzabile. Se vi serve qualcosa di sempre pronto all’uso iPhone se invece avete bisogno di lavorare in ufficio con dei piccoli file Word allora Windows Phone vi permetterà di non portarvi il computer da casa.