PCWindows

Come gestire Windows 10 e Windows 11 sullo stesso computer

Una parte dell’utenza che vorrebbe testare Windows 11 sul proprio computer non vorrebbe rinunciare al più collaudato Windows 10 e non sempre si hanno PC di riserva a disposizione.

Se da una parte si può ovviare utilizzando una macchina virtuale , è anche vero che questo tipo di attività richiede una quantità di risorse non indifferente in quanto, di fatto, si fa girare Windows 11 contemporaneamente alla versione precedente dell’OS.

Per gestire Windows 10 e Windows 11 contemporaneamente un dual boot sembra la soluzione migliore possibile. Con un doppio boot infatti, in fase di avvio, è possibile scegliere ogni volta quale sistema operativo avviare, permettendo una convivenza tra le due realtà. Il requisito principale per ottenere questa modalità di avvio è la disponibilità di spazio libero su disco sufficiente per ospitare il nuovo sistema operativo. Avrai bisogno di almeno 25 GB di spazio libero, ma più ne puoi risparmiare per Windows 11, meglio è (fino a 50 GB o 60 GB).

Va detto che la configurazione del sistema dual-boot richiede una procedura non semplicissima. Una volta terminata però, sarai in grado di destreggiarti tra entrambe le versioni di Windows piuttosto agevolmente. Ecco la procedura che dovrai seguire.

windows 11 barra delle applicazioni icone

Windows 10 e Windows 11 sullo stesso PC? Ecco come preparare la tua macchina

Prima ancora di iniziare, devi avere la conferma che il tuo PC disponga dei requisiti di sistema necessari per Windows 11, che sono molto più onerosi di quelli per il precedente OS. Innanzi tutto hai bisogno di un chip TPM installato nel tuo computer per eseguire il nuovo sistema operativo .

Potrebbe anche essere necessario abilitare l’opzione Secure Boot. Avvia il BIOS per assicurarti che l’impostazione TPM esista e che sia impostata su 2.0. Quindi cerca un’impostazione di avvio protetto e abilitala se è disattivata. I menu del BIOS sono unici per il produttore del tuo computer, quindi dovrai informarti attraverso il sito della marca che ti interessa.

Dovresti anche scaricare ed eseguire l’ultima versione di PC Health Check di Microsoft, che può dirti se il tuo computer è idoneo per Windows 11 o meno.

Scaricare Windows 11

Successivamente, devi scaricare il file ISO di Microsoft per Windows 11, che richiede di far parte del programma Windows Insider oltre a un account Microsoft. Se non hai ancora aderito al programma Insider, vai alla pagina apposita e accedi a questo servizio. Nella pagina di registrazione, seleziona la casella per accettare i termini di questo contratto e fai clic su Registrati ora.

Per scaricare il file ISO, vai alla pagina Download di Windows Insider Preview e accedi con il tuo account Microsoft. Scorri verso il basso verso la parte inferiore della pagina fino alla sezione Seleziona edizione. Fai clic sul menu a discesa qui presente e dunque scegli Windows 11 Insider Preview (Dev Channel) o Windows 11 Insider Preview (Beta Channel).

Il canale Beta è più stabile e conterrà solo le funzionalità che dovrebbero apparire nella versione ufficiale di Windows 11 il prossimo 5 ottobre, mentre il canale Dev è meno stabile e conterrà gli ultimi aggiornamenti e funzionalità: seleziona il canale che desideri a seconda delle tue necessità, quindi fai clic su Conferma.

Successivamente, seleziona la lingua del prodotto e fai clic su Conferma. Fai clic sul pulsante Download per la build e la lingua che hai scelto e salva il file sul tuo PC.

Copiare o masterizzare file ISO di Windows 11

Il passaggio successivo per far funzionare Windows 10 e Windows 11 contemporaneamente è masterizzare il file ISO su un DVD o copiarlo su un’unità USB da cui puoi eseguire l’avvio per installare il sistema operativo più recente.

Tuttavia, Windows 11 non rende questo processo particolarmente semplice. Poiché il file ISO è più grande di 5 GB, non può essere contenuto in un DVD standard. Dovresti utilizzare un DVD dual-layer o double-layer (DL) da 8,5 GB per contenere l’intero file. Puoi anche usare un disco Blu-ray, se il tuo PC ha un’unità di questo tipo.

L’uso di un’unità USB sembra l’opzione più semplice, ma non lo è. Sebbene TPM 2.0 e Secure Boot siano requisiti per Windows 11, non è possibile eseguire l’avvio da un’unità USB formattata con NTFS con Secure Boot attivo. In tal senso è possibile agire con un particolare strumento che si chiama UUP dump (visita il sito in questione per comprendere come lo stesso funziona).

Innanzitutto, collega l’unità USB al PC. In Windows 10, fai clic sul pulsante Start, scorri verso il basso e apri la cartella Strumenti di amministrazione di Windows, quindi seleziona Gestione computer. Clicca su Archiviazione, quindi su Gestione disco. Fai clic con il pulsante destro del mouse sull’unità USB e seleziona la voce Elimina volume per cancellare l’unità.

Clicca con il pulsante destro del mouse sul nuovo spazio non allocato per l’unità USB e seleziona Nuovo volume semplice per avviare la procedura guidata, quindi fai clic su Avanti. Digita 1000 come dimensione del volume, poiché questa partizione richiederà solo 1 GB di spazio, quindi seleziona Avanti.

È possibile fare clic su Avanti nella finestra Assegna lettera o percorso di unità, ma fermati alla finestra Formatta partizione. Cambia il file system in FAT32. Per Nome Volume, usa qualsiasi nome tu voglia (BOOTPART può essere un’ottima soluzione per individuare facilmente il compito che svolge). Dunque fai clic su Avanti e quindi su Fine.

Clicca con il pulsante destro del mouse sullo spazio non allocato rimanente sull’unità USB e selezionare Nuovo volume semplice. Fare clic su Avanti nella prima finestra della procedura guidata. Nella finestra Specifica dimensioni volume, consentigli di utilizzare tutto lo spazio rimanente, quindi fai clic su Avanti.

Fai clic su Avanti nella finestra Assegna lettera o percorso di unità. Nella finestra Formatta partizione, cambia il file system in NTFS. Ancora una volta, chiamalo come preferisci, ma DATAPART è una buona soluzione per individuarla più agevolmente. Clicca su Avanti e, nella finestra finale, fai clic su Fine.

A questo punto apri Esplora file. Clicca con il pulsante destro del mouse sul file ISO di Windows 11 e selezionare il comando Monta. Questo rivelerà tutti i file contenuti nell’ISO come se fosse un vero disco.

Dal contenuto dell’ISO, copia tutti i file e le cartelle (tranne la cartella dei sorgenti nella partizione FAT32) sull’unità USB.

Crea una cartella vuota chiamata sources sulla partizione FAT32 dell’unità USB e copia su di essa solo il file boot.win dalla cartella delle fonti dall’ISO di Windows 11. Copia tutti i file e le cartelle dall’ISO di Windows 11, inclusi quelli copiati in precedenza, nella partizione NTFS dell’unità USB.

Configura la partizione per Windows 11

Il passaggio successivo consiste nel liberare spazio su disco per creare un volume o una partizione dedicati per Windows 11. Torna dunque alla voce Gestione disco in Gestione computer. Fare clic con il pulsante destro del mouse sull’unità principale, in genere l’unità C, quindi selezionare Riduci volume dal menu a comparsa.

Nella finestra successiva, inserisci la quantità di spazio che desideri ridurre. Ad esempio, se desideri riservare 60 GB di spazio per Windows 11, digita 60000. Fai dunque clic sul pulsante Riduci.

La partizione viene quindi ridotta, con l’importo inserito che ora viene visualizzato come non allocato. Clicca con il pulsante destro del mouse sullo spazio non allocato e seleziona Nuovo volume semplice dal menu a comparsa. Segui i passaggi della procedura guidata che ne consegue.

Accetta l’impostazione predefinita nella finestra Dimensione volume. Nella finestra Assegna lettera o percorso di unità, scegli l’opzione Non assegnare una lettera o un percorso di unità e clicca su Avanti.

Nella finestra Formatta partizione, mantieni le impostazioni per NTFS e Predefinito. Nel campo Etichetta volume, digita Windows 11 Preview o un nome simile per identificare la partizione. Fai clic su Avanti, quindi su Fine.

gestione-disco

Inserisci l’unità USB o il DVD con l’installazione di Windows 11

Dopo aver inserito l’unità USB o il DVD per installare Windows 11, riavvia il PC. Nel momento in cui la macchina lo richiede, scegli l’unità da cui desideri eseguire l’avvio attraverso cui installare il nuovo OS.

Dovrebbe apparire la prima finestra di installazione di Windows 11. Conferma la tua lingua e altre impostazioni, quindi fai clic su Avanti. Clicca su Installa nella finestra successiva, quindi inserisci un codice Product Key se ne hai uno. In caso contrario, fare clic su Non ho un codice Product Key per inserirlo in un secondo momento.

Seleziona la versione di Windows 11 che desideri installare, ad esempio Home o Pro, quindi fai clic su Avanti. Accetta i termini della licenza. Nella finestra che ti chiede quale tipo di installazione desideri, scegli l’opzione Personalizza: Installa solo Windows (avanzato).

Nella finestra che chiede dove vuoi installare Windows, seleziona la partizione Windows 11 che hai creato usando Gestione disco, quindi fai clic su Avanti. Windows 11 verrà ora installato nella nuova partizione.

Registra Windows 11

Dopo l’installazione, ti verrà chiesto di configurare e personalizzare Windows 11 in base alle tue preferenze. Dopo aver terminato questa procedura e aver effettuato l’accesso al nuovo sistema operativo, assicurati di registrarti con il programma Windows Insider per continuare a ricevere le build successive.

Per farlo, vai su ImpostazioniWindows UpdateProgramma Windows Insider. Assicurarsi di consentire la raccolta dei dati diagnostici necessari. Fai clic sul pulsante Inizia, quindi collega il tuo account Microsoft e fai clic su Continua.

Scegli il tuo canale preferito: Dev Channel o Beta Channel, quindi fai clic su Continua. Rivedi il contratto, quindi fai clic su Continua per andare oltre. Premi il pulsante Riavvia ora per confermare il tutto riavviando il sistema operativo.

Windows Insider

Imposta sistema operativo predefinito

A questo punto, riavviando la macchina potrebbe apparire o meno un menu particolare che chiede se si desidera avviare Windows 10 o Windows 11. Se questo non appare però, non preoccuparti: non sempre questo appare automaticamente dopo aver installato un nuovo sistema operativo.

Tuttavia, puoi facilmente impostare il tuo sistema operativo predefinito e modificare altre opzioni di avvio accedendo nuovamente a Windows 11. Vai su ImpostazioniSistemaInformazioni e fai clic sul collegamento Impostazioni di sistema avanzate. Nella finestra Proprietà del sistema che appare, fai clic sul pulsante Impostazioni accanto alla sezione Avvio e ripristino.

Nella finestra che si apre, fai clic sul menu a discesa in Sistema operativo predefinito e dovresti vedere sia Windows 10 che Windows 11 elencati e selezionabili. Scegli quello che desideri caricare per impostazione predefinita, in base a quello che usi più frequentemente.

Seleziona la casella accanto a Ora per visualizzare l’elenco dei sistemi operativi e digita il numero di secondi per cui desideri che appaia il menu di avvio in modo da poter scegliere il tuo sistema operativo preferito. Fai infine clic su OK.

Clicca sul pulsante Start, selezionare il pulsante di accensione e quindi fai clic su Riavvia. Dopo il riavvio del PC, viene visualizzato il menu di avvio, che consente di scegliere tra Windows 10 e Windows 11. Clicca su quello che desideri caricare. Se non fai nulla, il tuo sistema operativo predefinito si avvia automaticamente dopo il numero di secondi che hai impostato.

Nota bene: se desideri modificare una qualsiasi delle opzioni per il menu di avvio, fai clic sul collegamento Modifica impostazioni predefinite o scegli altre opzioni. Qui è possibile modificare l’ora o il sistema operativo predefinito.


Fonte pcmag.com

Potrebbero interessarti
PCRecensioni

Recensione Trust GXT 863 Mazz: una tastiera meccanica economica valida

GuidePC

Come recuperare il codice Product Key di Windows 10

GuidePCWindows

Come pianificare il riavvio su Windows Update in Windows 11

GuidePC

Notebook sempre collegato alla corrente: è un problema per il PC?