Molto spesso, incorrendo in crash di sistema, Blue Screen Of Death e similari, si rende necessario testare la propria (o le proprie, qualora se ne possedesse più di una) memoria RAM: Memtest 86+ è uno strumento in grado di agevolare questa fase di ricognizione: scopriamo di che si tratta.

memtest

Come testare le memorie RAM con Memtest86+

Nel caso in cui il nostro sistema ci sottoponga spesso ad improvvisi malfunzionamenti, blocchi imprevisti e le temute BSOD, spesso si tratta di difetti consistenti ai blocchi di memoria RAM, i quali si possono verificare a prescindere dall’usura del componente. Per verificare se il problema relativo al PC in uso si riferisca effettivamente a questo importante componente hardware, è possibile utilizzare un tool di diagnostica denominato Memtest86+, un freeware in grado di intervenire direttamente a partire dal boot di sistema per svolgere analisi completa delle parti in causa.

E’ possibile quindi scaricare Memtest86+ in versione immagine ISO, oppure per USB key autoinstallante sfruttando questo link. Dopodiché potremo avviare l’USB oppure creare un supporto con disco CD oppure DVD da bootare all’avvio del sistema. Nel caso in cui si stabilisca l’avvio da key, sarà probabilmente necessario modificare il boot order da BIOS.

Dopo essere stato correttamente impostato per l’avvio da USB o altro supporto, il software eseguirà, con i propri tempi (che di norma vanno da alcuni minuti ad un’ora circa a seconda della responsività dei componenti, dalla capacità della CPU e dalla dimensione complessiva della memoria) un test adeguato a darci una panoramica completa delle funzioni di sistema effettivamente operative o quelle per le quali è stato rilevato qualche disturbo.

Alla voce “Pass” dello schermo in questione ritroveremo il numero di test effettuati e passati; nella colonna a fianco, denominata “Errors”, potremo naturalmente prendere nota degli errori effettuati durante l’esecuzione di algoritmi proposti da Memtest86+. Nel caso in cui si trovasse un singolo errore in tale colonna, la sostituzione del kit RAM in uso è da prendere in considerazione, poiché un solo valore errato potrebbe causare crash particolarmente complicati da fixare.

In questo modo, grazie al software illustrato, possiamo avere sempre a portata di mano un comodo strumento di diagnostica in grado di scattare un buon screenshot delle capacità del sistema, ed indicarci il suo stato di usura per intervenire in tempo.