Da Snake a Pokémon Go: l’evoluzione del mondo videoludico su mobile

Fino a qualche anno fa, i videogiochi su mobile erano semplicissime distrazioni (i più “grandi” si ricorderanno Snake). In tal senso, i numeri parlano chiaro: 4,77 miliardi di videogiocatori mobile che, nella maggior parte dei casi, passano più tempo a giocare sullo smartphone rispetto a piattaforme come Mac e PC.

Di conseguenza, le grandi aziende si stanno muovendo per seguire questo trend: Microsoft, ad esempio, sta lavorando all’idea di creare app universali in grado di funzionare sia su computer che su smartphone.

Il grosso di questo mercato è però Android: i videogiocatori che si dedicano a prodotti su questo sistema operativo sono circa 2 miliardi. Google sta aumentando il numero di app presenti sul Play Store, con l’obiettivo di coinvolgere sempre di più l’utenza: strumenti come ARC Welder, consentono un ulteriore salto di qualità in questa ottica.

I 5 migliori giochi d'azione per Android

ARC Welder: come far girare app Android sul tuo computer

ARC Welder (sigla che sta a significare App Runtime per Chrome) è un progetto lanciato nel settembre 2014 con lo scopo di consentire agli utenti di eseguire le app Android preferite su Chrome e dunque su tutti i sistemi operativi che lo supportano.

I principali vantaggi di ARC Welder sono la facilità di utilizzo e, soprattutto, il fatto di essere uno strumento ufficiale di Google. Di fatto, si tratta una semplice estensione che, una volta attivata, si posizionerà a sinistra della barra dei preferiti.

Uno dei maggiori vantaggi di ARC Welder è la sua compatibilità con le app Android su chromebook. Se sei proprietario di un Chromebook, conoscerai le sue app difficili da trovare che normalmente vengono eseguite su PC o MAC. La soluzione alternativa è eseguire apk su Chromebook usando ARC Welder.

Come impostare ARC Welder

  1. Vai sulla pagina Chrome Web Store di ARC Welder e fai clic sul pulsante “Aggiungi a Chrome”.
  2. Conferma l’installazione dell’estensione facendo clic sul pulsante “Aggiungi”.
  3. Apri ARC Welder facendo clic sull’icona nel menu App di Chrome.
    Seleziona la directory in cui desideri che ARC Welder memorizzi ii dati delle app usate.
  4. Aggiungi il file apk dell’app che vorresti provare.

Per chi ha un minimo di dimestichezza con Chrome, la procedura non dovrebbe essere particolarmente difficoltosa. L’unica fase delicata potrebbe essere quando devi reperire i file apk: se l’applicazione è già installata sul tuo smartphone, è possibile ottenere un file di questo formato eseguendone il backup con app come Titanium Backup.

Le limitazioni

ARC ha però anche delle limitazioni: non è supportato su piattaforme x86 e a 32 bit. Inoltre, non è possibile eseguire più applicazioni in contemporanea. Anche se ARC Welder supporta Google Play Services, non tutti gli sviluppatori producono app compatibili: possono dunque verificarsi errori di runtime o arresti anomali (anche se ciò solitamente accade quando si tenta di accedere a una funzionalità che il proprio computer semplicemente non ha, come una fotocamera.

Per quanto riguarda le prestazioni invece, sono generalmente buone anche su hardware non propriamente di prima scelta.

Android Emulator

Anche Android Emulator è un degno mezzo per chi non vuole rinunciare alle proprie app preferite anche su fisso o portatile. Questo emulatore fa parte del kit di sviluppo software Android (SDK), che include anche librerie, un debugger, documentazioni e tanto altro.

Questo serve principalmente agli sviluppatori per testare le loro app direttamente da computer. Utilizzando questo strumento, la tastiera può essere controllata con sia con il mouse che con la keyboard fisica, o ancora utilizzando i pulsanti hardware virtuali. Tenendo presente che è uno strumento nato per lo sviluppo, è comunque possibile utilizzarlo per fare girare app o videogiochi.

Come far funzionare Android Emulator

  1. Scarica il pacchetto SDK dal sito web ufficiale di Google.
  2. Installalo come faresti con qualsiasi altra applicazione.
  3. Utilizzare AVD Manager (Strumenti – Android – AVD Manager) per “costruire” virtualmente un dispositivo
  4. Esegui l’emulatore con il dispositivo virtuale che hai creato
  5. Vai nella directory android-sdk / tools nel prompt dei comandi e quindi digita: adb install fileName.apk (per Windows) ./adb installa fileName.apk (per Linux o Mac)
  6. Quindi il file apk sarà caricato nel dispositivo virtuale.

Nota bene: non vi è possibilità di usufruire dello store

Altri emulatori validi

Naturalmente la lista di emulatori Android è vasta e tende ad aumentare di anno in anno:

Droid4X

Un altro emulatore per Android che fa della sua leggerezza l’arma principale è Droid4X. Particolarmente indicato per portatili e dispositivi poco potenti, questo software emula Android 4.2.2 e risulta altamente compatibile anche con mouse e controller (quindi risulta molto adatto per i videogame).

Installare Droid4X è piuttosto facile e necessita solamente di cliccare sul file scaricato e seguire la procedura standard. All’avvio del programma sarà già disponibile un ambiente di lavoro Android in tutto e per tutto funzionante.

Naturalmente grazie a Droid4X Multi Manager è possibile avviare, riparare e clonare l’ambiente emulato a proprio piacimento.

Nox e MEMU

Sempre concentrato sul gaming, Nox è un emulatore Android particolarmente leggero e pratico da usare, anche se su alcuni tipologie di computer/sistemi operativi può dare problemi di funzionamento.

Esso permette di lavorare facilmente in un ambiente perfettamente emulato (e con tutti i permessi di root), comportandosi in maniera molto simile a un emulatore gemello quale MEMU. Rispetto a Nox, quest’ultimo però patisce di qualche problema a livello di compatibilità con diversi videogiochi…

Bluestacks

Naturalmente a questa vasta lista non può mancare il celebre Bluestacks, probabilmente uno dei più famosi e diffusi emulatori per Android, adatto un po’ a tutti i contesti.

A dispetto della fama però, risulta essere un software piuttosto lento e dispendioso a livello di risorse del computer: pur rimanendo ottimamente stabile, sono sempre di più gli utenti che tendono a cercare alternative. Per approfondire riguardo questo emulatore, comunque molto valido, ti consiglio di visitare l’articolo ad esso interamente dedicato.