Come disdire contratti di telefonia fissa e mobile | Guida

disdetta contratti-telefonia-fissa
Seguici su Google News

Sottoscriviamo spesso contratti di telefoni fissa, ADSL e di telefonia mobile con i più svariati operatori. La corsa e l'inseguimento alla migliore offerta ci porta a cambiare spesso operatore. Può però capitare di incappare nell'offerta sbagliata, in un operatore indesiderato o in prestazioni inferiori a quelle promesse, in uno di questi casi potrà tornarvi utile questa nostra guida pratica a come disdire contratti di telefonia fissa e mobile.

Offerte adsl casa

La guida alla disdette dei contratti di telefonia fissa e telefonia mobile

Gran parte delle popolazione ha stipulato contratti di telefonia, siano essi relativi al telefono di casa ed alla connessione ADSL o ai nostri amati smartphone. Non sempre va tutto liscio e ci si possono presentare i casi più disparati per i quali possiamo decidere di voler disdire il contratto sottoscritto inizialmente. A questo scopo parliamo in questa guida di come disdire un contratto nei vari casi andando a trattare in maniera generica le disdette con le varie compagnie telefoniche.

Anzitutto parliamo della disdetta anticipata di un contratto di telefonia mobile: in questo caso la legge Bersani prevede che l'addebito delle spese non possa avvenire in maniera diretta ma vi sono delle clausole e delle scappatoie legali che permettono ai gestori di imporre addebiti, anche sostanziosi, a noi utenti. Ma questo va messo in preventivo (leggete molto bene il contratto) e può succedere nel caso di acquisti a rete e con recesso anticipato.

Proseguiamo poi col chiarire che ogni compagnia telefonica, ad esempio: Vodafone, Wind, Tim, H3G, ha il proprio iter da seguire per disdire un contratto e quest'ultimo va seguito e rispettato alla lettera.

Perché disdire un contratto e con quali tempistiche

I motivi che ci possono portare alla volontà di voler disdire un contratto di telefonia mobile possono essere i più vari: disservizi, problemi, prezzo. In questi casi è giunta l'ora di cambiare operatore, prima di farlo però dobbiamo capire qual è la nostra situazione contrattuale fra le seguenti tre:

  • disdire il contratto entro 14 giorni dalla sottoscrizione
  • prima della sua scadenza naturale
  • non rinnovare il contratto in scadenza

disdetta contratti-telefonia-fissa

Disdetta entro 14 giorni dalla sottoscrizione

Nel caso in cui decidessimo di andare a cambiare operatore, o comunque a disdire il contratto, entro i 14 giorni dalla sottoscrizione potremmo andare a dare la disdetta senza ulteriori spese. Questo grazie agli articoli 64 e  e seguenti del decreto legislativo del 6 settembre 2005, numero 206 (Codice del Consumo), che prevedono la possibilità di interrompere senza penalità un contratto sottoscritto via internet, per telefono o comunque a distanza, con qualunque operatore telefonico.

L'unica incombenza in questo caso è quella di andare a recuperare la modulistica necessaria (reperibile sulla sezioni relative alla modulistica presenti sui vari siti degli operatori) e spedirla tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Disdetta prima della scadenza naturale

Molti dei contratti telefonici fissi e mobili hanno una durata prestabilita o una durata fino a disdetta. Può capitare di avere la necessità di disdire il contratto prima della sua scadenza naturale. Dovremo quindi, in questo caso, andare in contro a delle spese per il recesso anticipato. Tali spese variano da operatore ad operatore e cambiano fortemente in base alla tipologia del contratto: se avete uno smartphone è naturale che la pena di recessione sia più alta rispetto quella di un contratto standard. Anche in questo caso dovrete andare a recuperare la modulistica necessaria (reperibile sulla sezioni relative alla modulistica presenti sui vari siti degli operatori) e spedirla tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Disdetta alla scadenza del contratto

Il caso più semplice è quello nel quale il contratto arrivi alla naturale scadenza e quindi nel caso in cui non siamo più intenzionati a sottoscrivere l'abbonamento inizialmente sottoscritto. Anche questa volta basterà andare a compilare l'apposita modulistica e spedirla con raccomanda a/r e procedere alla restituzione dei prodotti concessi in uso (es. modem).

La giungla delle disdette

Con l'aumento dei contratti di telefonia e la sempre maggior diffusione di offerte mirate a fornire smartphone ed altri prodotti sta diventando sempre più complicato trovare la giusta modulistica da compilare ed è ormai quasi impossibile non dover pagare penali o altro. Per fortuna grazie al web ed alla presenza di portali con approfondimenti sulle disdette dei contratti telefoni come Disdette 360 possiamo evitare di buttare i nostri soldi e potremmo disdire ogni tipologia di contratto senza andare in contro a spiacevoli sorprese.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2023 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
Ogni giorno pubblichiamo notizie, guide e recensioni. Non perderti niente, iscriviti alla nostra newsletter!



crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram