In questa guida vi faremo vedere come aumentare la RAM del vostro dispositivo Android attraverso i permessi di root e con un’applicazione che ci permetterà di raggiungere il nostro obiettivo.

ram-manager-android

Prima di procedere con la guida, vediamo cos’è la memoria RAM:

La RAM, acronimo dell’ingleseRandom Access Memory ovvero memoria ad accesso casuale, è un tipo di memoria volatile caratterizzata dal permettere l’accesso diretto a qualunque indirizzo di memoria con lo stesso tempo di accesso. La memoria ad accesso casuale si contrappone alla memoria ad accesso sequenziale e alla memoria ad accesso diretto rispetto alle quali presenta tempi di accesso sensibilmente inferiori motivo per cui è utilizzata come memoria primaria. Il tipo di memoria ad accesso casuale più comune attualmente è a stato solido, a lettura-scrittura e volatile, ma rientrano nel tipo di memoria ad accesso casuale la maggior parte dei tipi di ROM (inteso nell’accezione più comune e non come memoria a sola lettura), la NOR Flash (un tipo di memoria flash), oltre a vari tipi di memorie informatiche utilizzate ai primordi dell’informatica e oggi non più utilizzate come ad esempio la memoria a nucleo magnetico. Esclusivamente l’acronimo RAM (non il termine “memoria ad accesso casuale”) ha anche una seconda accezione più ristretta ma attualmente più diffusa secondo cui la RAM è una memoria ad accesso casuale del tipo più comune cioè a stato solido, a lettura-scrittura e volatile.

-Tratto da Wikipedia

Fatta questa piccola introduzione, realmente non è possibile aumentare la memoria RAM del nostro dispositivo ma, grazie ai file di Swap, saremo in grado di far credere al sistema di averne molta di più. La tecnica dei file Swap funziona in questo modo: quando la RAM sta per esaurirsi e un nuovo processo ne ha bisogno, la porzione di RAM occupata da servizi in background o che non servono nell’immediato viene scaricata sulla memoria. In questo modo si libera di un pò di spazio e il nuovo programma potrà essere caricato sulla RAM. In seguito, quando sarà necessario, la RAM ricaricherà lo stato precedente dallo swap.

Detto ciò, possiamo dare inizio alla guida vera e propria. Come sempre, vi consigliamo di seguire correttamente tutti i passaggi della guida, in modo tale da non commettere errori. Fatta questa piccola premessa, vediamo insieme come procedere.

Come aumentare la RAM su Android

  1. Per prima cosa, non dovete far altro che scaricare ed installare RAM Manager Free direttamente dal Google Play Store;
  2. Terminata la procedura di installazione, avviate l’applicazione e concedetegli i permessi di root;
  3. A questo punto, entrate nella sezione Extra e selezionate Swap file;
  4. Ora, dovrete scegliete il percorso in cui creare il file di swap;
  5. Fatto ciò, selezionate la dimensione in MB del file di swap; maggiore è la dimensione e più aumenterete la RAM disponibile, ma aumenterà anche il carico di lavoro del processore. Vi consigliamo di selezionare da un minimo di 128 MB ad un massimo di 512 MB.
  6. Adesso, confermate e attendete la fine del processo, che può durare fino a qualche minuto e concluderà con un messaggio di avvenuta creazione del file di swap;
  7. Infine, attivate la casella “Applica all’avvio”.