Avvio rapido di Windows: cos’è e come abilitarlo o disabilitarlo

Di Cesare
Seguici su Google News

L’avvio rapido è una funzionalità di Windows che consente di avviare il sistema operativo in modo più veloce rispetto alla normale procedura di avvio. Questa funzione è stata introdotta a partire da Windows 8 e continua ad essere presente nelle ultime versioni del sistema operativo. Quando l’avvio rapido è abilitato, Windows non si spegne completamente al momento dello spegnimento, ma entra in uno stato di ibernazione in cui vengono salvati alcuni dati di sistema. In questo modo, quando si avvia il computer successivamente, Windows può riprendere l’ibernazione invece di avviare una nuova sessione di boot completo. In questo articolo, vedremo come abilitare o disabilitare l’avvio rapido in Windows e quali sono i vantaggi e gli svantaggi di utilizzare questa funzione.

Avvio rapido di Windows: cos'è e come abilitarlo o disabilitarlo

Cosa fa l’avvio rapido di Windows

Per comprendere le ragioni per cui qualcuno potrebbe voler abilitare o disabilitare l’avvio rapido in Windows, è necessario capire il funzionamento di questa funzionalità. Quando l’avvio rapido è abilitato, il sistema operativo non esegue un arresto a freddo al momento dello spegnimento, ma salva i file di sistema in un file di ibernazione. Questo consente al computer di riprendere la sessione dal punto in cui era stata interrotta, senza dover ricaricare tutti i file di sistema da zero.

Il risultato è un tempo di avvio complessivamente più rapido rispetto alla normale procedura di avvio. Per poter utilizzare l’avvio rapido, è necessario che la funzionalità di ibernazione sia attivata in Windows. Quando l’ibernazione è attivata, il sistema operativo salva una copia dei dati di sistema sulla partizione del disco rigido designata per la ibernazione. Quando si spegne il computer, invece di eseguire un arresto a freddo, Windows salva i dati della sessione corrente nel file di ibernazione.

Quando si avvia il computer successivamente, Windows carica i dati dal file di ibernazione, che consente di riprendere la sessione precedente in modo rapido. Sebbene l’avvio rapido possa accelerare il tempo di avvio del computer, può causare problemi in alcuni scenari. Ad esempio, se si esegue un’installazione di sistema operativo o si modifica l’hardware del computer, l’avvio rapido potrebbe causare problemi di compatibilità.

Poiché il sistema operativo non esegue un arresto a freddo, potrebbe non rilevare alcuni problemi di hardware o software che potrebbero essere risolti con un vero e proprio riavvio del sistema. Quindi, l’avvio rapido è una funzionalità utile per accelerare il tempo di avvio di Windows, ma potrebbe non essere adatto a tutte le situazioni.

Perché disabilitare l’avvio rapido

L’avvio rapido in Windows è una funzionalità che consente di avviare il sistema operativo in modo più rapido rispetto alla normale procedura di avvio. Ci sono però alcune situazioni in cui potrebbe essere necessario disabilitarlo. Ad esempio, alcuni driver di dispositivo potrebbero non funzionare correttamente quando il sistema entra in modalità di ibernazione. Ciò potrebbe causare problemi come l’instabilità del dispositivo o il crash del computer.

Poiché il computer non si spegne completamente quando l’avvio rapido è abilitato, alcuni dispositivi potrebbero essere portati dentro e fuori dalla modalità di ibernazione, causando problemi di compatibilità. L’abilitazione dell’avvio rapido implica che il disco rigido rimanga bloccato al momento dello spegnimento, il che può causare problemi se si desidera accedere al disco rigido al di fuori dell’ambiente Windows, ad esempio per eseguire la diagnostica o eseguire una scansione SFC dal prompt dei comandi.

Se si desidera eseguire il dual-boot in un altro sistema operativo, l’avvio rapido potrebbe causare problemi. Se si riavvia il computer con l’avvio rapido abilitato, il sistema operativo eseguirà comunque un arresto a freddo prima di riavviarsi nuovamente. Ciò è utile se si desidera arrestare correttamente il sistema, ad esempio durante l’aggiornamento del software.

Come abilitare o disabilitare l’avvio rapido

Prima di abilitare l’avvio rapido in Windows, è necessario verificare che la funzionalità di ibernazione sia abilitata, in quanto l’avvio rapido non funzionerà senza di essa. Ecco come verificare e abilitare l’ibernazione:

  1. Cerca e apri il Pannello di controllo dalla barra di ricerca di Windows.
  2. Fai clic su “Sistema e sicurezza”.
  3. In “Opzioni risparmio energia“, fai clic su “Cambia la funzione dei pulsanti di accensione“.
  4. Fai clic su “Modifica impostazioni attualmente non disponibili“.
  5. In “Impostazioni di spegnimento“, seleziona la casella accanto a “Iberna” se non è già abilitata, in modo che possa essere visualizzata nel menu di alimentazione.
  6. Fai clic su “Salva modifiche” per abilitare l’ibernazione.

Dopo aver abilitato l’ibernazione, è possibile abilitare l’avvio rapido andando nelle Impostazioni di sistema avanzate. Per farlo, segui questi passaggi:

  1. Cerca “Impostazioni di sistema avanzate” nella barra di ricerca di Windows e fai clic su “Visualizza impostazioni avanzate del sistema“.
  2. In “Impostazioni di sistema avanzate“, fai clic sulla scheda “Avvio e ripristino“.
  3. In “Impostazioni di avvio“, seleziona la casella accanto a “Avvio rapido (consigliato)” per abilitare l’avvio rapido.
  4. Fai clic su “Applica” e poi su “OK” per salvare le modifiche.

In questo modo, l’avvio rapido sarà abilitato e il sistema operativo avvierà più rapidamente quando si accende il computer. Tieni presente che l’avvio rapido potrebbe non funzionare correttamente con alcuni driver di dispositivo e potrebbe causare problemi di compatibilità. In questi casi, potrebbe essere necessario disabilitare l’avvio rapido per risolvere i problemi.

Abilita l’avvio rapido tramite il pannello di controllo

Dopo aver verificato che la funzionalità di ibernazione sia abilitata, è possibile abilitare l’avvio rapido in Windows dalla stessa pagina delle impostazioni utilizzata in precedenza. Ecco come fare:

  1. Segui i primi quattro passaggi descritti nella risposta precedente per aprire la pagina delle impostazioni di sistema avanzate.
  2. Seleziona la scheda “Avvio e ripristino“.
  3. In “Impostazioni di avvio“, seleziona la casella accanto a “Attiva avvio rapido (consigliato)” per abilitare l’avvio rapido.
  4. Fai clic su “Salva modifiche” per salvare le modifiche apportate.

In questo modo, l’avvio rapido sarà abilitato e il sistema operativo avvierà più rapidamente quando si accende il computer. Se si riscontrano problemi di compatibilità o instabilità del sistema, è possibile disabilitare l’avvio rapido seguendo gli stessi passaggi e deselezionando la casella accanto a “Attiva avvio rapido (consigliato)”. Assicurati di salvare le modifiche cliccando su “Salva modifiche“.

Abilita l’avvio rapido dall’editor del registro

Se si desidera abilitare l’avvio rapido utilizzando l’Editor del Registro di sistema, si possono seguire i seguenti passaggi:

  1. Cerca e apri l’Editor del Registro di sistema dalla barra di ricerca di Windows.
  2. Passa alla seguente posizione: HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\Session Manager\Power
  3. Nel riquadro a destra, individua la voce “HiberbootEnabled“, fai clic con il pulsante destro del mouse e seleziona “Modifica“.
  4. In “Dati valore“, inserisci “1” e fai clic su “OK” per applicare le modifiche e abilitare l’avvio rapido.
  5. Per disattivare l’avvio rapido, inserisci “0” nel campo “Dati valore” nel passaggio precedente e fai clic su “OK” per salvare le modifiche.

È importante notare che la modifica del Registro di sistema può essere rischiosa se non si è esperti di informatica. Prima di apportare qualsiasi modifica, si consiglia di creare un punto di ripristino del sistema o un backup del registro di sistema per evitare eventuali problemi. L’utilizzo dell’Editor del Registro di sistema richiede una certa conoscenza degli strumenti di sistema e delle impostazioni avanzate di Windows.

Se non si è sicuri di ciò che si sta facendo, è meglio evitare di apportare modifiche al registro di sistema e utilizzare invece altre impostazioni di sistema avanzate descritte in precedenza.

Disabilita l’avvio rapido utilizzando il prompt dei comandi

Se si preferisce utilizzare il Prompt dei comandi per abilitare o disabilitare l’avvio rapido in Windows, si possono seguire i seguenti passaggi:

  1. Cerca “Prompt dei comandi” nella barra di ricerca di Windows, fai clic con il pulsante destro del mouse e seleziona “Esegui come amministratore”.
  2. Nella finestra del Prompt dei comandi, digitare il seguente comando: powercfg -h off e premere il tasto Enter.
  3. Ciò disabiliterà l’ibernazione e, di conseguenza, l’avvio rapido.

Per riabilitare l’avvio rapido, è possibile utilizzare lo stesso processo, digitando invece il comando “powercfg -h on” nella finestra del Prompt dei comandi.

Conclusioni

In conclusione, in questo articolo abbiamo esaminato come abilitare e disabilitare l’avvio rapido in Windows utilizzando diverse opzioni, tra cui le impostazioni di sistema avanzate, l’Editor del Registro di sistema e il Prompt dei comandi. Per abilitare l’avvio rapido in Windows, è necessario assicurarsi che l’ibernazione sia abilitata. Ciò può essere fatto attraverso le impostazioni di sistema avanzate, dove è possibile selezionare l’opzione “Attiva avvio rapido (consigliato)”. In alternativa, è possibile abilitare l’ibernazione tramite il Pannello di controllo e quindi abilitare l’avvio rapido.

Se si preferisce utilizzare l’Editor del Registro di sistema, è possibile navigare alla posizione corretta, individuare l’opzione “HiberbootEnabled” e modificarla per abilitare o disabilitare l’avvio rapido. Utilizzando il Prompt dei comandi, è possibile disabilitare l’ibernazione utilizzando il comando “powercfg -h off“, che disabiliterà anche l’avvio rapido.

In ogni caso, è importante tenere a mente che l’avvio rapido potrebbe non funzionare correttamente su tutti i computer e potrebbe causare problemi di compatibilità con alcuni driver di dispositivo. Se si riscontrano problemi, è sempre possibile disabilitare l’avvio rapido per risolverli.

Seguici su Telegram per ricevere le migliori offerte tech

Chi siamo?

OutOfBit è un progetto nato nel Maggio 2013 da un’idea di Vittorio Tiso e Khaled Hechmi. Il progetto nasce per creare un sito di blogging che sappia differenziarsi ed appagare il lettore al fine di renderlo parte fondamentale del blog stesso.
Entra nello staff
COPYRIGHT © 2023 OUTOFBIT P.IVA 04140830243, TUTTI I DIRITTI RISERVATI.
Ogni giorno pubblichiamo notizie, guide e recensioni. Non perderti niente, iscriviti alla nostra newsletter!



crossmenu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram