Per aumentare lo spazio su Android, non c’è bisogno di ricorrere alla scheda microSD: basta prestare attenzione alle app, ai video e alle foto. Ecco cosa fare

Android scheda microSDQuasi tutti i possessori di smartphone Android decidono di acquistare una scheda microSD nel momento in cui intendono aumentare lo spazio. Il problema è che molti dei terminali di vecchia generazione non dispongono dello slot per la memoria espandibile.
Se non intendete acquistare una memoria esterna da inserire sul terminale, al fine di incrementare la memoria interna del terminale Android, ci sono diversi accorgimenti che dovete seguire. Eccoli uno ad uno.

Controllo delle app installate sul dispositivo Android

app pesanti Android scheda microSD

La prima cosa da fare è monitorare le dimensioni delle app. In linea di massima, rappresentano la causa numero uno in riferimento alla mancanza di spazio interno del telefono. Seguono a ruota libera, foto, video e brani musicali. Tenete conto poi che la maggior parte degli smartphone Android, soprattutto i modelli più datati, vanno incontro ad un drastico calo delle prestazioni nel momento in cui lo spazio sulla memoria interna oltrepassa l’80%.

Dovete rinunciare perciò a tutte quelle applicazioni che non utilizzate quasi mai. Per scoprirlo, recatevi nelle “Impostazioni” e selezionate prima “Spazio d’Archiviazione” e poi “App”. Nel momento in cui visualizzerete la pagina con la lista delle app che incidono maggiormente sullo spazio di archiviazione, rimuovete quelle meno utilizzate.

Rimozione di foto e video dallo smartphone Android

Con il miglioramento delle prestazioni delle fotocamere anteriori e posteriori dei dispositivi Android, foto e video sono sempre più dettagliate e, di conseguenza, più pesanti. Una volta catturati o ripresi i momenti più significativi della vostra giornata, vale la pena salvarli sul pc, su un hard disk esterno, su un servizio di storage online.

Musica? Risolvi con lo streaming

Se avete l’abitudine di scaricare sullo smartphone Android intere playlist musicali, vi consigliamo di utilizzare lo streaming. Servizi del calibro di Deezer, di Plex e di Spotify o perché no anche Youtube rappresentano vere e proprie miniere per ascoltare la vostra musica del cuore. L’importante è non intasare lo spazio di archiviazione del dispositivo.

L’alternativa alle schede microSD? Le chiavette USB

Android chiavette USB

Con questi accorgimenti, potrete aumentare lo spazio su Android senza ricorrere alla scheda microSD che, ad onor del vero, non è l’unica soluzione per aumentare lo storage interno del dispositivo. Vi sono infatti sempre le chiavette USB, facilmente trasportabili. Sarà sufficiente infatti inserire la chiavetta nella porta USB di turno e, all’occorrenza trasferire documenti, video, foto e musica.