Se siete dei grandi appassionati dell’ibernazione, probabilmente avrete già notato che tale opzione non risulta presente né su Windows 8 né su Windows 10. Non avete, comunque, nulla di cui preoccuparvi: il fatto che tale modalità non sia presente come predefinita, non significa che non sia possibile impostarla manualmente.

ibernazione windows 10

Guida a come riabilitare l’ibernazione su Windows 8 e Windows 10

LEGGI ANCHE: Tutte le nostre guide su Windows 10

Le differenze fra la modalità di sospensione e l’ibernazione

Trattandosi di una modalità inserita nel sistema operativo Windows XP, e poi successivamente abbandonata, è probabile che non abbiate grande familiarità con l’ibernazione. Di cosa si tratta, dunque? Parliamo di un’opzione che vi consente di registrare lo stato attuale del pc sull’hard disk, in modo da poter tornare a quel preciso stato quando riaccenderete il pc. Per questo motivo, tale opzione è molto diversa dalla modalità di sospensione (noto anche come Stand-by), che mantiene anch’essa lo stato del pc ma senza spegnere il dispositivo, dunque continuando a stressare la RAM. Sfruttando l’ibernazione, invece, potrete spegnere del tutto il pc senza per questo perdere lo stato del vostro lavoro: com’è ovvio che sia, l’avvio del pc in questo caso necessita di più tempo rispetto al semplice avvio dallo stato di sospensione. Non dimentichiamo inoltre che con Windows 10 è possibile spegnere il PC utilizzando Cortana.

Come avviare la modalità ibernazione?

Premesso che non si capisce per quale motivo Windows abbia deciso di toglierla, va comunque detto che attivare manualmente la modalità ibernazione su Windows 8 e su Windows 10 è tutt’altro che difficile. Come fare? Su Windows 8 vi basterà premere Windows + I, aprire il menu Impostazioni, selezionare Pannello di controllo e successivamente Opzioni per il risparmio energetico. Su Windows 10 il procedimento è praticamente identico: premete Windows + I, selezionate Sistema, Impostazioni aggiuntive di alimentazione, Accensione e sospensione, e Impostazioni addizionali.

windows 10_ibernazione

È bene che sappiate, comunque, che esiste una comodissima scorciatoia per attivare la modalità ibernazione su entrambi i sistemi operativi Windows. In questo senso, vi basterà premere il pulsante Windows + R per aprire il prompt Esegui, all’interno del quale dovrete digitare “powercfg.cpl” e premere invio. Questo comando vi permetterà di accedere direttamente al menu di Opzioni di risparmio energetico, all’interno del quale dovrete selezionare la voce “Scegli cosa fa il pulsante di accensione” e successivamente cliccare su “Modifica le impostazioni attualmente non disponibili”.

Fatto questo, potrete vedere un elenco delle modalità di spegnimento, all’interno del quale troverete anche l’ibernazione. Attivando la spunta, aggiungerete questa opzione nel vostro menu principale di spegnimento, e potrete così utilizzarla tutte le volte che lo desidererete. Non dimenticate comunque di cliccare su Salva modifiche. Infine, sappiate che non dovrete riavviare il pc: l’opzione ibernazione sarà subito disponibile su Windows.