Alle 20.30 è cominciata una piccola diretta streaming, in concomitanza con l’eclissi solare, firmata Google: è stata ufficializzata la versione definitiva di Android 8 e, soprattutto, si è messa la parola fine al tormentone sul nome. Si chiamerà Oreo e sappiamo già quali saranno i primi smartphone a riceverlo.

android 8 oreo

Puntuale come un’eclissi solare: Google ha mantenuto la promessa e, proprio mentre cominciava l’eclissi solare visibile in diversi paesi al di là dell’Atlantico, ha fatto partire un live in streaming in cui Android 8 è stato il protagonista. Anzi, per essere più precisi Android 8 Oreo e la sua versione definitiva.

Finisce così il tormentone relativo al nome: la spunta Oreo, come d’altronde gli ultimi indizi e rumors raccolti in rete lasciavano ampiamente immaginare. Niente Orangina, Octopus o altre diavolerie del genere. Sarà il biscotto tipico degli Stati Uniti ad accompagnare Android 8.

A Google I/O 2017, la conferenza dedicata agli sviluppatori che si è tenuta ad inizio giugno, sono seguite diverse Developer Preview. Oggi arriva così la versione definitiva che non presenta differenze sostanziali rispetto a quanto già si sapeva. Per i meno attenti, Android 8 presenta diverse novità: autonomia migliorata grazie alla restrizione dei processi in background, modalità picture-in-picture, tempi d’avvio dimezzati, icone adattive per una migliore resa in tutte le interfacce, audio e connettività migliorati, testo selezionato “intelligente” (vengono rese informazioni istantanee, ad esempio, su un numero di telefono), nuove emoji, miglioramenti dell’app camera e molto altro.

Non è probabilmente un cambiamento radicale come quello di Android Nougat 7, ma Oreo è ugualmente attesissimo dagli utenti di mezzo mondo. Google ha anche annunciato che sin da subito Android 8 Oreo sarà inserito nell’Android Open Source Project (AOSP). Il roll-out sembra già iniziato: i primi device a ricevere l’aggiornamento saranno i Pixel e Nexus 5X/6P, oltre a Pixel C e Nexus Player, mentre proprio i Pixel 2 dovrebbero essere i primi smartphone ad avere Android 8 Oreo di serie. Entro fine anno, comunque, anche i top di gamma e i device di fascia medio-alta dei produttori più prestigiosi riceveranno la sospirata release.