AMD e Intel da anni si contendono il mercato dei processori, dividendo l’opinione dell’utenza

Da tempo immemore AMD e Intel si combattono a colpi di processori: queste due aziende hanno ormai consolidato la loro posizione tanto che, per quanto riguarda questa nicchia di mercato, ci si avvicina molto alla definizione di duopolio.

Come in tutte le nicchie dove si confrontano più brand, anche in questo caso la lotta pare serrata tra le due aziende con sostenitori che in rete si dividono nettamente nella loro scelta.

Cos’è un processore e perché è così importante?

Si parla tanto di processori sia per quanto riguarda i computer sia per quanto riguarda i dispositivi mobile. A grandi linee, essi sono dei cervelli che sono dietro a tutto ciò che fa la tua macchina: dal rendering video a tutti i lavori più complessi per riprodurre un gioco o avviare e far lavorare qualunque genere di software.

Le funzioni “celebrali” del processore, ne fanno un elemento importantissimo quando si è in procinto di scegliere un computer o uno smartphone, in quanto un dispositivo dotato di un componente di basse prestazioni o dal ciclo vitale breve, può causare problemi di usabilità o di longevità del device.

Intel o AMD? Non esiste una soluzione definitiva a questo dilemma

I due brand leader per quanto riguarda PC desktop e portatili, hanno però raggiunto una sorta di tacito compromesso per spartirsi il mercato:

  • Intel si concentra quasi totalmente su elevate velocità di clock e hyper-threading mantenendo bassi i core count
  • AMD, applica una politica diametralmente opposta e si concentra su un maggior numero di core di CPU mantenendo una velocità di clock più modesta.

Le conseguenze di queste scelte per AMD

Non deve quindi sorprendere che AMD abbia avuto un grande anno nel 2017 con i suoi processori Ryzen, in particolare con le CPU Threadripper di fascia alta che sono state particolarmente apprezzate dai videogiocatori di tutto il mondo. Proprio in virtù di questa scelta, le CPU di seconda generazione Ryzen supporteranno Threadripper almeno fino al 2020.

Le conseguenze di queste scelte per Intel

Nonostante i problemi legati a Meltdown e Spectre risolti con grande affanno, la posizione di Intel sta godendo ancora di una posizione privilegiata riguardo il mercato dei processori extra desktop.

Prezzi a confronto

Naturalmente il prezzo è uno dei fattori determinanti per la scelta di una CPU. Con il debutto dei processori Ryzen hanno dimostrato il valore di AMD nella fascia alta, la tendenza che vedeva il produttore di Sunnyvale come economico ma qualitativamente inferiore è stata decisamente smentita.

A livello economico, Intel è diventata l’azienda che offre processori a prezzo più economico con il suo Pentium G4560 da 64 dollari che offre prestazioni di gran lunga migliori rispetto a AMD MSRP A12-9800 da 110 dollari.

Le performance

Ancor più importante del prezzo sono le performance offerte da AMD e Intel. In questo ambito, possiamo affermare che a grandi linee è Intel a vincere la contesa: i suoi processori, oltre a imporsi all’insindacabile prova dei benchmark CPU, lavorano anche meglio consumando meno energia.

Come lavorano i processori con la grafica?

Se stai costruendo un PC da gioco, dovresti usare una scheda grafica perlomeno discreta piuttosto che affidarti alla grafica integrata di una CPU.

Tuttavia, è possibile eseguire giochi meno intensi graficamente su una GPU integrata se il processore ne ha uno. In questo settore, AMD ne esce vincitore, grazie al rilascio del Ryzen 5 2400G che racchiude la potente grafica Vega che supera di gran lunga la tecnologia grafica integrata di Intel.

C’è da precisare però che Intel ha ufficialmente iniziato a commercializzare i suoi chip per CPU portatili della serie H di fascia alta e si sta muovendo il tal senso per colmare un gap. Come già detto, molto dipende dal tipo di giochi che intendi usare sul tuo computer.

Overclocking

Le operazioni di overclocking, qui descritte, consentendo velocità di clock superiori a quelle raccomandate dal produttore, offrendo agli utenti un maggiore controllo sul proprio hardware.

Va comunque specificato come, compiendo tali azioni, entrambe le società non riterranno più valida la garanzia. Effettuare un’operazione di overclock senza sapere cosa si sta realmente facendo, potrebbe causare surriscaldamenti e danni irreversibili alla CPU: fai dunque grande attenzione.

Compatibilità

Il problema più grande con i processori desktop di AMD è la mancanza di compatibilità con altri componenti hardware. Nello specifico, le opzioni della scheda madre (mobo) e del dispositivo di raffreddamento sono limitate a causa delle diverse prese tra i chip AMD e Intel.

Analizzando più da vicino la situazione per quanto riguarda le schede madri, solo alcune sono compatibili con il chipset AM4. A tale riguardo, la compatibilità Intel risulta leggermente migliori e coinvolge una componentistica spesso più economica.