Android: così diffuso e così poco sfruttato…

Il sistema operativo Android è presente sulla maggior parte di smartphone e tablet al mondo: la sua diffusione, ne fa l’OS più diffuso a livello globale. Nonostante ciò però, la stragrande maggioranza di dispositivi sfrutta solo una minima parte delle sue straordinarie potenzialità.

In questo breve articolo, ti spiegherò come spingere al massimo il tuo dispositivo Android, sfruttando pienamente le potenzialità di questo straordinario OS creato da Google.

Quali dispositivi Samsung saranno aggiornati ad Android 8.0 Oreo

Rapido ed efficiente: ecco come ottenere il massimo dal tuo dispositivo

Non si tratta solo di una questione di applicazioni: Android ha una serie di capacità e potenzialità che, per per ignoranza in materia o semplice pigrizia, talvolta non vengono sfruttate a dovere. Sfruttare la maggior parte delle potenzialità di questi dispositivi, trasformerà letteralmente la tua vita facendoti scoprire un inaspettato alleato anche in ambito lavorativo!

Sfrutta le potenzialità del software presente di default

A volte ci si affanna a cercare applicazioni mirabolanti quando in realtà Android offre già una serie di funzioni straordinarie: Google Maps, il calendario presente di default e Google Drive sono alcune preziose app che spesso vengono poco considerate, ma che possono essere estremamente utili in ottica produttività.

Utilizzando tale software inoltre, non dovrai installare nuove app che vanno a pesare su spazio occupato, ram utilizzata e di conseguenza anche sui consumi delle batterie.

Ottimizza l’home screen

Uno dei modi più semplici per migliorare l’efficacia di uno smartphone è concentrarsi sulla schermata principale. L’home screen e è la prima cosa che si vede quando si sblocca il dispositivo, e da qui l’utente intraprende tutte le proprie attività. Inutile dire che, nella maggior parte dei casi, qui regna il caos più totale.

A differenza di iOS, Android non si limita a una griglia statica di icone quadrate. Puoi sistemare le icone in qualsiasi modo che funzioni meglio per te, utilizzando un insieme di shortcut, widget tenendo conto della frequenza con cui le usi.

Solitamente, conviene disporre le varie app in base alla frequenza di uso, per renderne la ricerca generalmente più rapida. I widget poi, sono una risorsa ancora più immediata e, proprio per questo motivo, devono essere posizionati in maniera strategica.

Migliorare l’esperienza della scrittura con un’app

Il correttore automatico a volte non basta: avere una velocità di scrittura è estremamente importante soprattutto se fate un massiccio utilizzo di programmi come Whatsapp. In tal senso, consiglio l’utilizzo dell’app Gboard: si tratta di un software (installato di default su molti dispositivi) che rende estremamente facile ed intuitiva la scrittura sul tuo smartphone.

Applicazioni? Poche ma buone

Si, lo so: a volte un’app è talmente affascinante che non puoi fare a meno che installarla e mostrarla ai tuoi amici. Ma ti è davvero utile? Mantenere il tuo smartphone Android in forma vuol dire anche eliminare le applicazioni che usi estremamente di rado o che non usi affatto.

Stesso discorso va fatto per i Widget: eliminare quelli superflui che hai quasi per caso, può rivelarsi un vero e proprio toccasana per il tuo dispositivo.

Da un’applicazione all’altra senza sforzo

Se gli utenti più smaliziati desktpop su Windows si affidano da molto tempo al celebre Alt + Tab per passare rapidamente da un’applicazione all’altra, anche Android offre qualcosa di molto simile.

A partire dalla versione 7.0 infatti si può toccare due volte l’icona quadrata (situata tra il bottone per andare indietro e il tasto Home) quindi puoi scorrere trascinando il dito tra i processi in fase di esecuzione. Veloce e pratico.