ZTE Axon 7 e LG G2 sono due vecchi dispositivi lanciati rispettivamente nel 2016 e nel 2013. Tuttavia, nonostante l’età avanzata, c’è ancora chi si occupa ancora di loro: si tratta degli instancabili sviluppatori dell’ormai celebre forum XDA, che provvedono costantemente ad aggiornare anche i dispositivi più “anziani”.

lineageOS 15.1

Lo stesso sta avvenendo sia per ZTE Axon 7 che per tutte le varianti di LG G2, che stanno ottenendo una versione ufficiale di LineageOS 15.1. Ma non è tutto, dato che anche Xiaomi Redmi 3S / 3X (appartenente al segmento di di fascia bassa) e Xiaomi Redmi 4X stanno ottenendo una versione ufficiale di LineageOS 15.1.

Le build ufficiali di LineageOS sono più importanti in quanto aderiscono a un particolare livello di qualità che potrebbe non essere necessariamente presente in una build non ufficiale. LineageOS 15.1 include tutte le ultime funzionalità comprese in Android Oreo, oltre al proprio set di funzionalità. Oltre a funzioni come la modalità picture-in-picture, canali di notifica, ottimizzazioni delle app in background, snoozing delle notifiche, sono presenti anche tutte le funzionalità specifiche di LineageOS 15.1. Tra le principali, vale la pena ricordare Privacy Guard e Live Display, oltre a tutta una serie di applicazioni di magazzino.

Con questa nuova build, che ingombra al minimo il sistema, l’utente si accorgerà subito che le prestazioni risulteranno decisamente migliori.

La beta di Android Oreo, che ora è possibile installare su ZTE Axon 7, è stata pubblicata quando il timore che la società potesse effettivamente chiudere i battenti dopo il ban imposto dall’amministrazione Trump era effettivamente molto alto. Come molti ricorderanno, gli USA avevano deciso di punire severamente ZTE imponendole l’embargo dopo aver scoperto che la società aveva venduto delle componenti americane a Iran e Corea del Sud. La crisi è poi rientrata (ma ZTE ha dovuto pagare un dazio molto salato, ndr) grazie anche all’approccio un pò più soft di Donald Trump rispetto al resto del Congresso.