Con il Mobile World Congress alle porte – dal 26 febbraio al 1 marzo a Barcellona, ndr – molti brand si preparano per mostrare al pubblico di tutto il mondo i loro ultimi prodotti. Ma c’è anche chi, come Xiaomi, decide di anticipare i tempi, e svelare in anticipo i dettagli riguardanti i nuovi smartphone.

Processore più potente per il Note 5 Pro, identici sistema operativo e batteria

xiaomi note

Xiaomi ha infatti deciso di presentare il Redmi Note e il Redmi Note 5 Pro, i nuovi dispositivi di fascia media dell’azienda fondata da Lei Jun che puntano, come di consueto, su un buon mix tra prestazioni di livello, qualità estetica e prezzo più che fattibile. Entrambi i dispositivi hanno uno schermo da 5,99 pollici Full-HD+ (1.080 x 2.160 pixel) 18:9 e una scocca in metallo, con il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali situato sul retro. Sempre restando alle caratteristiche comuni, tutti e due i dispositivi hanno come sistema operativo Android 7.1.2 Nougat, personalizzato con l’interfaccia grafica MIUI 9. Al momento, l’azienda cinese non ha fornito dettagli sull’aggiornamento a Oreo.

Il Note 5 si distingue per dei bordi arrotondati e delle cornici maggiormente sottili. Sul posteriore ha una sola fotocamera da 12 megapixel, mentre il Note 5 Pro è dotato di doppia fotocamera sul retro (una da 12 e un’altra da 5) con una frontale da 20 MP. Per quanto riguarda le caratteristiche tecniche, emerge subito come il Note 5 Pro sia superiore al Note 5, a cominciare dal processore Qualcomm Snapdragon 636 rispetto al Qualcomm Snapdragon 625 del ‘collega’.

La batteria è invece la stessa per entrambi gli smartphone: siamo sui 4000 mAh. Stesso discorso per le colorazioni: sono a disposizione nero, azzurro, oro e oro rosa. Il prezzo oscilla tra i 170 e i 220 euro.