Della nuova modalità Night Sight sappiamo già molto, se non tutto, dato che molti suoi dettagli sono stati già rivelati prima che la stessa arrivi sui due telefoni Pixel rilasciati di recente da Google, ovvero Pixel 3 e Pixel 3 XL.

night sight

Nelle ultime ore, pare sia stata resa disponibile una versione “porting” di Google Fotocamera con la modalità Night Sight per Xiaomi Poco F1 e Mi 8, che va quindi ad “anticipare” i Google Pixel.

L’ultimo sviluppo arriva qualche giorno dopo l’ottenimento da parte di OnePlus 6 e OnePlus 6T di una versione con porting della Google Fotocamera con la stessa modalità Night Sight. Google ha annunciato la nuova modalità il mese scorso, durante l’evento che svelava per intero i modelli Pixel 3, anche se non è ancora arrivata ufficialmente nell’app Fotocamera Google. Tuttavia, un file APK con la Night Sight è già disponibile per i possessori dei telefoni Pixel.

A rivelare l’esistenza del porting con la modalità Night Sight, destinato ai dispositivi Poco F1 e Mi 8, è stato il celebre forum di sviluppatori XDA. Il porting è progettato per funzionare sia sulle ROM ufficiali di Android Pie che sulle versioni beta MIUI. Sono presenti anche funzionalità come ZSL HDR +, HDR + Enhanced, modalità verticale e supporto di registrazione video fino a 4K con frame rate a 30 fps.

Tuttavia, l’upgrade più importante che riguarda l’ultima app Google Fotocamera è senza dubbio la modalità Night Sight, che è in grado di catturare abbastanza luce in condizioni di scarsa illuminazione per fornire scatti luminosi con tutti i dettagli messi in rilievo. Lo sviluppatore dei forum 4PDA, noto con lo pseudonimo B-S-G, ha sviluppato l’app Google Camera modificata per Xiaomi Poco F1 e Mi 8. È possibile scaricare la versione APK per sperimentare il nuovo sviluppo.

La nuova modalità di Google Fotocamera offre la stessa modalità Night Sight che è stata inizialmente trasferita all’app Camera dei telefoni Pixel e recentemente è arrivata su OnePlus 6 e OnePlus 6. Tuttavia, Google deve ancora rilasciarla ufficialmente, pertanto non è detto che i possessori dei dispositivi Xiaomi interessati dall’aggiornamento non si trovino a che fare con qualche problema.