Subito dopo che Qualcomm ha annunciato il nuovo Snapdragon 845, il CEO di Xiaomi Lei Jun ha dichiarato che l’imminente smartphone di punta della sua azienda, Xiaomi Mi 7, si sarebbe dotato del nuovissimo processore. Da allora non si sono più avute notizie sul dispositivo, nemmeno sulla sua data di lancio, che ora però sembra essere ufficiale (27 marzo).

Xiaomi Mi 7, il “notch” pare confermato: le altre novità

xiaomi mi 7 notch

Secondo alcune indiscrezioni, Xiaomi ha ritardato il lancio del Mi 7 per due motivi principali: l’aggiunta di nuovi sensori e la modifica del design. La presenza di un sensore di impronte digitali in-display non è confermata, ma pare ormai certo che Xiaomi Mi 7 presenterà il “notch” e un sensore a infrarossi (IR).

Sebbene Essential Phone sia stato il primo smartphone di punta a dotarsi di notch, la tendenza ha cominciato a prendere piede solo dopo che anche l’iPhone X ha deciso di ‘cedere’ alla novità. Nell’ultimo Mobile World Congress che si è tenuto a Barcellona sono stati presentati molti dispositivi con l’ormai apprezzatissimo notch. Lo stesso ha voluto fare anche Xiaomi con il nuovo Mi 7.

Dando un’occhiata al firmware di Xiaomi Mi 7, ci si accorge subito che le indiscrezioni su alcune caratteristiche del telefono sono state confermate. Il nuovo dispositivo avrà infatti un display OLED e un processore Qualcomm Snapdragon 845, esattamente come previsto. La capacità della batteria pare addirittura aumentata, dato che negli ultimi firmware è passata a 3.400 mAh rispetto ai 3.170 mAh previsti.

I riferimenti al notch, invece, sono apparsi chiari all’interno delle app MIUI Camera, MIUI SystemUI e MIUI Settings. Il riferimento alla telecamera a infrarossi è invece emerso nettamente in MIUI Keyguard.