Xbox One e Microsoft tornano a ragionare sui blocchi imposti alla nuova console.

xbox one

Microsoft alla presentazione di Xbox One all’E3 aveva ufficializzato varie limitazioni alla nuova console quali ad esempio la connessione obbligatoria ogni 24 ore pena il blocco dei games e la necessità di dover pagare per poter utilizzare i videogiochi usati.

Tali limitazioni hanno portato Microsoft a subire pensati critiche dall’interno mondo degli appassionati videoludici, ma questa volta le lamentele sono state ascoltate. Microsoft è tornata sui suoi passi e quindi su Xbox One non vedremo controlli di connettività obbligatori ogni 24 ore nè tantomeno il blocco dei giochi usati.

Microsoft si è resa conto che rischiava di perdere nettamente la console war a favore di una più aperta Play Station 4, modificando tali parametri Microsoft si rilancia decisamente e sicuramente trarrà beneficio dall’esclusione di tali blocchi dalla sua nuova console.

La console war può ripartire, questa volta ad armi pari.

Via