Il sistema operativo Windows 10 di Microsoft funziona attualmente su oltre 700 milioni di dispositivi e l’azienda di Redmond ha deciso di celebrare questo eccellente risultato pubblicando il secondo importante aggiornamento di quest’anno riguardante proprio Windows 10.

windows 10 october 2018

Da qualche giorno, infatti, il colosso globale ha ufficializzato l’arrivo di Windows 10 October 2018, disponibile per tutti gli utenti di Windows 10. Per ottenere l’aggiornamento è sufficiente verificare la presenza dello stesso su Windows Update. In molti hanno già cominciato ad usufruire di Windows 10 October 2018 e a godere di tutte le funzionalità previste con questo nuovo ed interessante aggiornamento rilasciato da Microsoft. Tuttavia, qualche problema sta cominciando ad emergere.

Diversi utenti si sono infatti lamentati di come l’installazione dell’aggiornamento di Windows 10 October 2018 abbia praticamente cancellato tutti i loro dati. Microsoft ha preso molto sul serio questa lamentela – tutt’altro che circoscritta – e ha deciso di prendere provvedimento, annunciando sabato scorso l’interruzione dell’aggiornamento.

“Abbiamo sospeso l’implementazione dell’aggiornamento Windows 10 October 2018 (versione 1809) per tutti gli utenti, mentre analizziamo le segnalazioni di alcuni utenti che lamentano file mancanti dopo l’aggiornamento”: lo ha riferito lo stesso gigante di Redmond, che ha pubblicato un post sulla sua pagina di supporto.

Agli utenti che hanno scaricato manualmente l’aggiornamento è stato consigliato di non “installarlo e attendere fino a quando i nuovi media non saranno disponibili”.

Microsoft ha anche fornito dei collegamenti per consentire alle persone di contattare l’azienda. “Daremo maggiori dettagli ai clienti quando riprenderemo l’aggiornamento di Windows 10 October 2018”, si legge nel post.

Gli utenti che hanno installato l’aggiornamento “Windows 10 October 2018” si sono lamentati del fatto che il procedimento ha portato alla cancellazione dei propri profili utente, inclusi documenti e foto. Un numero allarmante di utenti si è rivolto ai forum dei social media e al sito Web di supporto di Microsoft per lamentarsi del grave problema.

Dal momento che Microsoft non si è ancora prodigata nella “spinta” verso questo ultimo aggiornamento, ad essere interessata del “bug” sono soltanto le persone che hanno provveduto all’installazione manuale della versione più recente del software tramite “Windows Update”.