Un mese dopo aver lanciato la sua Sapphire Blue Edition, Vivo ha aggiornato il suo Vivo V9, proponendo una nuova versione con delle nuove specifiche tecniche. Una decisione che ha lasciato un pò sorpresi gli esperti del settore, che si stanno domandando il perchè l’azienda non abbia scelto di puntare direttamente ad un nuovo smartphone.

vivo V9

Sta di fatto che il “nuovo” Vivo V9 è uno smartphone alimentato da un processore Snapdragon 660, che è già una modifica di rilievo rispetto al Qualcomm Snapdragon 626 che Vivo aveva inserito nella versione standard. Un altro enorme cambiamento è l’aggiunta di 6 GB di memoria invece della RAM da 4 GB con cui era stata dotata la variante base.

Ma le modifiche rispetto al dispositivo originale non sono terminate. Anche la configurazione della fotocamera del Vivo V9 con 6 GB di memoria RAM è stata interessata dal “restyling”. Vivo ha infatti introdotto la doppia configurazione della fotocamera posteriore, caratterizzata da due sensori, uno da 13MP e l’altro da 2MP. Inoltre, questa variante del V9 è dotata di una fotocamera frontale da 12 MP. Si tratta di un forte “downgrade” della combinazione di sensori da 16 megapixel + 5 megapixel e della fotocamera frontale grandangolare da 24 megapixel sul lato anteriore che abbiamo visto sul Vivo V9 originale.

In termini di design, Vivo V9 con 6 GB è praticamente lo stesso dispositivo di quello lanciato a marzo, con un display “borderless” e un notch che offre fino al 90% di spazio sullo schermo nella parte anteriore. Il dispositivo ha come sistema operativo Android 8.1 Oreo ed è inoltre supportato da una batteria da 3260 mAh con supporto per la ricarica veloce. Presente anche un sensore per le impronte digitali, situato al centro della cover posteriore.

La nuova versione del Vivo V9 è disponibile nelle varianti di colore Red e Black e sarà lanciata in Indonesia ad una cifra pari a 260 euro. Il dispositivo sarà in vendita a partire dal 4 luglio: al momento non è chiaro se la società cinese deciderà di metterlo in commercio negli stessi mercati in cui è approdata la versione standard.