Vivo iQoo è il primo “gaming phone” dell’azienda con il suo nuovo sub-brand iQoo. Il produttore cinese di smartphone ha deciso di realizzare un prodotto con specifiche di fascia alta e di destinarlo proprio al pubblico di “videogiocatori”.

vivo iQoo

A tal fine, Vivo ha utilizzato il processore Snapdragon 855, uno degli ultimi top di gamma di Qualcomm, combinato con un ottimo sistema di raffreddamento. Un altro punto forte del Vivo iQoo è che mette in mostra anche una tripla fotocamera posteriore, con un sensore IMX363 di Sony che avevamo già visto sul Pixel 3. Sul telefono risulta inoltre presente una tecnologia di ricarica rapida Vivo Super Flash da 44W (fino al 50% in soli 15 minuti, ndr). L’iQoo ha anche un’opzione RAM da 12 GB con 256 GB di memoria integrata.

Vivo iQoo è inoltre dotato di una struttura in vetro 3D che sfoggia una striscia LED sul retro. Il retro di iQoo mostra anche l’assenza di un sensore di impronte digitali tradizionale, mentre viene confermata la disponibilità di un sensore di impronte digitali integrato nel display. Inoltre, il pannello posteriore è completato con una fotocamera posteriore e il marchio iQoo.

Dato che si tratta di un “gaming phone”, la presenza di un ottimo sistema di raffreddamento è una caratteristica molto importante per garantire stabilità. Pare che il sistema riesca a ridurre la temperatura fino a 12 gradi Celsius, senza ostacolare le prestazioni.

Ma le novità per Vivo non finiscono qui. L’azienda ha lanciato ufficialmente anche un altro dispositivo: si tratta del Vivo V15, che è “sbarcato” nei mercati della Malesia e della Thailandia. Il modello è molto simile a quello di fascia più alta che abbiamo visto la scorsa settimana. Lo smartphone è inoltre dotato di 6 GB di RAM e di una tripla fotocamera posteriore. Tuttavia, a differenza del V15 Pro che ha un processore Qualcomm Snapdragon 675, il Vivo V15 è alimentato con un chip MediaTek Helio P70. Sul retro troviamo anche un sensore di impronte digitali tradizionale, mentre sulla versione Pro era presente un sensore di impronte digitali in-display.

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome