Doveva succedere anche ad Apple prima o poi: la società di Cupertino si trova ad affrontare il primo periodo negativo in termini di vendite e di fatturati dopo 13 anni. Nonostante i dati poco incoraggianti, il CEO di Apple, Tim Cook rassicura tutti ed è convinto che la Apple si risolleverò presto, anche grazie ad acquisizioni strategiche che in futuro consolideranno ancor di più il marchio dell’azienda melata portato al successo dal compianto Steve Jobs. Subito dopo il salto, tutte le informazioni salienti sulle vendite Apple giù.

vendite Apple giù

Vendite Apple giù: ecco tutte le informazioni sul periodo nero di Apple

A rilasciare i dati di un pericoloso stallo delle vendite degli smartphone è IDC, la quale ha rivelato che la corporation più colpita dal periodo nero delle vendite, è proprio l’azienda con sede a Cupertino. In questo 2016, infatti, la Apple avrebbe subito una brusca frenata delle vendite pari ad oltre il 16 per cento delle quote globali del mercato. Solo 51 milioni di terminali prodotti in questo primo quadrimestre, a fronte dei 61 milioni dell’anno passato, oltre ad una decrescita pari ad oltre il 15 per cento.

Non si dà per sconfitto, però, il CEO dell’azienda col marchio della mela morsicata, Tim Cook, il quale ha dichiarato, forse più per rassicurare gli investitori e il mercato che per reali prospettive che:

Ci siamo imbattuti in forti venti contrari macroeconomici, ma resto soddisfatto della forza dell’ecosistema Apple e di una base in crescita fatta di oltre un miliardo di apparecchi attivi.

Nella top five dei produttori di smartphone a livello globale, abbiamo al primo posto Samsung, seguita da Apple, Huawei, Oppo e Vivo, con il vero e proprio flop di Xiaomi e Lenovo che escono dalla top 5.

Alla base di questa frenata, probabilmente, terminali che stanno avendo degli upgrade hardware che poco interessano il mercato: vedremo se la prossima uscita di smartphone pieghevoli sarà in grado di dare nuova linfa vitale.