Velocità Internet, in Italia questo dato cresce lentamente. Lo fa sapere il “Rapporto sullo stato di internet” elaborato da Akamai e relativo al quarto trimestre 2016.

velocita internet

Velocità Internet, i numeri in parte deludono. Nel nostro Paese, infatti, la velocità di connessione internet cresce troppo lentamente. Il “Rapporto sullo stato di internet” elaborato da Akamai e relativo al quarto trimestre 2016 parla chiaro: in Italia la velocità media di connessione è pari a 8,7 Megabit al secondo (Mbps).

Per David Belson, responsabile delle ricerche, “le velocità di connessione continuano a evidenziare in tutto il mondo tendenze positive a lungo termine, con incrementi su base annua particolarmente significativi in tutte le metriche di adozione della banda larga”. Nel dettaglio: il dato segna un incremento rispetto agli 8,2 Mbps del trimestre precedente, ma porta il Paese a scendere ancora nella classifica mondiale posizionandosi 58/o, e rimanendo 28/o in Emea (Europa, Medio Oriente e Africa).

Ma l’Europa? Ben 27 dei 31 paesi esaminati hanno una velocità media superiore ai 10 Mbps. La Norvegia è al primo posto grazie ai suoi 23,6 Mbps. L’Italia, fanalino di coda, continua a precedere solo Croazia, Grecia e Cipro.

Spostiamoci sulla banda larga. Solo il 78% delle connessioni risultano essere sopra i 4 Mbps, un dato che vale la 28/a posizione in Emea e la 63/a a livello mondiale. La percentuale è addirittura in calo: -1,8% sul trimestre precedente e -0,7% rispetto al pari periodo del 2015.

Connessioni performanti: altro giro, altra delusione. In Italia solo il 23% supera i 10Mbps, rispetto ad esempio al 73% della svizzera e al 69% della Romania. Per le connessioni sopra i 15 Mbps, il Paese si ferma al 10% contro il 30% della media Emea, dove la Penisola si piazza al 29/o posto, mentre nella classifica mondiale scende dal 51/o al 54/o. Le connessioni mobili, infine: in questo settore l’Italia mostra una media di 11,2 Mbps. Anche qui, si può migliorare.