Apple potrebbe presto presentare un iPhone con schermo pieghevole: è quanto emerge da un report proveniente dalla Corea del Sud e che indica LG come fornitore dei display in questione. Il guanto di sfida a Samsung e al suo Galaxy X sta per essere lanciato?

E’ il Korea Herald, tramite la sua divisione dedicata al mondo della finanza, The Investor, a lanciare un’indiscrezione davvero interessante: Apple avrebbe già cominciato le discussioni con LG per la fornitura di un display flessibile da montare su future generazione di iPhone. Un’indiscrezione che non arriva casualmente proprio in questo periodo.

Già, perché come molti di voi avranno letto, Samsung è pronta a lanciare il suo Galaxy X a inizio del prossimo anno, durante il CES di Las Vegas, in programma dal 9 al 12 gennaio. Qual è la particolarità di questo smartphone? Sarà il primo dell’azienda coreana a vantare uno schermo pieghevole (in basso le bozze trapelate in questi giorni).

Non sarà un lancio a larga scala: Samsung prevede di produrre circa 100mila esemplari, una quantità risibile, da commercializzare solo in Corea del Sud. Solo dopo un anno di “prova”, e ammesso che arrivino feedback positivi, si darà il via alla produzione di massa con una gamma nuova di zecca.

100mila esemplari che però basteranno per accelerare anche i progetti di Apple, ovviamente chiamata a non restare indietro in uno scenario che potrebbe diventare predominante nel prossimo decennio. Ed è anche per questo che con LG (che, lo ricordiamo, ha fornito da sempre i display LCD degli iPhone, mentre gli ultimi OLED di iPhone X sono stati prodotti da Samsung Display) i discorsi sono avviatissimi. E’ stata coinvolta anche LG Innotek, incaricata di fornire i circuiti interni che ovviamente dovranno adattarsi ai nuovi display flessibili. Tempistiche? Si parla di una produzione di massa prevista per il 2020, quindi con un primo iPhone con schermo pieghevole che potrebbe arrivare nel 2021. Tre anni dopo il Samsung Galaxy X. Ne vedremo delle belle.