Da pochissimi giorni è disponibile per gli utenti il Windows 10 April 2018, un sostanzioso update che ha come finalità quella di migliorare il sistema operativo Microsoft.

Milioni di tutti utenti stanno esplorando le nuove funzionalità e, come è più che comprensibile, un po’ ovunque stanno arrivando segnalazioni di bug e problemi connessi in qualche modo con l’upgrade.

Proprio per questo motivo molte persone hanno deciso di posticipare l’aggiornamento e continuare a utilizzare il proprio sistema operativo (almeno per il momento) senza i cambiamenti proposti dalla nuova versione.

Windows 10

Windows 10 April 2018: le novità più importanti

Al di là dei problemi che accompagnano ogni nuova release di un sistema operativo, quanto proposto dagli sviluppatori è a grandi linee molto interessante. In questo articolo ho raccolto alcune tra le funzioni più note e visibili anche se, calcolando che l’aggiornamento è online da così poco tempo, non è detto che in futuro possano esservi cambiamenti anche piuttosto sostanziosi.

La condivisione nelle vicinanze

Windows 10 può ora usufruire di una funzione di condivisione file definita Nearby Sharing, ovvero condivisione nelle vicinanze, che funziona in modo molto simile ad AirDrop di Apple.

Con un computer che ha Bluetooth attivo, è possibile cliccare sul pulsante Condividi e, se posizionato nella vicinanza di altri dispositivi che sfruttano questa tecnologia, potrai inviare file direttamente in modalità wireless.

La Timeline

La funzione Timeline era inizialmente prevista con il Fall Creators Update ma è stata introdotta ufficialmente con questo aggiornamento.

Grazie a questa feature, è possibile tenere maggiormente sotto controllo le attività che hai effettuato in precedenza con il tuo dispositivo. Per sfruttare questa funzione devi premere i tasti Windows e Tab contemporaneamente e ti sarà mostrata una lista con tutto ciò che hai fatto nei giorni precedenti.

A cosa può servire la Timeline

Questa feature può rendere più facile riprendere attività che hai fatto in passato e che vuoi riprendere. Tieni sempre presente che la Timeline sarà sincronizzata su diversi dispositivi: puoi così finire un lavoro cominciato a casa in ufficio e viceversa.

Aggiornamenti rapidi

Gli aggiornamenti periodici sono una scocciatura? Ti farà piacere sapere che con l’ultimo update questi saranno più rapidi e meno invasivi!

Da ora infatti, la maggior parte del processo di aggiornamento viene eseguita in background mentre si utilizza il PC, il che significa che si riduce notevolmente il tempo di attesa per l’installazione dei pacchetti da installare. Questo processo di aggiornamento online viene ora eseguito con una priorità molto bassa, quindi non dovrebbe rallentare più di tanto il PC durante l’utilizzo.

Microsoft Edge

Il browser di Microsoft ha ottenuto un gran numero di migliorie. Le più importanti sono

  • hub rivisto e migliorato, con popup che mostrano preferiti, cronologia e download.
  • la modalità schermo intero (attivabile con la pressione del tasto F11) è stato migliorato. Ora puoi posizionare il cursore del mouse vicino alla parte superiore dello schermo  per accedere alla barra di navigazione senza dover per forza prima uscire dalla modalità a schermo intero.
  • anche Edge potrà finalmente godere della compilazione automatica dei form (come tutti gli altri browser). Tali informazioni si possono sincronizzare anche con altri dispositivi.
  • introdotta la nuova opzione Stampa senza clutter. Quando si stampa una pagina web del browser, attivando questa funzione, verranno automaticamente escluse le pubblicità.
  • vari miglioramenti per quanto riguarda la lettura di file PDF o ePUB.
  • Edge ora supporta Service Worker e le API Push and Cache. Ciò significa che i siti Web possono inviare notifiche che appaiono direttamente nel tuo centro operativo, anche quando non sono aperte nel tuo browser.

eliminare la cronologia

 

Dati diagnostici e invio informazioni a Windows

I problemi legati alla privacy sono una priorità per gli sviluppatori Microsoft: anche Windows 10 April 2018 si sta muovendo seguendo questa direttiva.

Proprio a questo scopo è stata ideata Diagnostic Data Viewer, un’app molto importante che mostrerà dettagliatamente tutte le informazioni diagnostiche che saranno inviate dal tuo PC a Microsoft.

Per abilitare Diagnostic Data Viewer devi:

  • andare in Impostazioni
  • selezionare Privacy
  • cliccare su Diagnostica e feedback
  • quindi attivare o disattivare l’opzione Visualizzatore dati diagnostici

Tieni presente che l’archiviazione di queste informazioni potrebbe richiedere parecchio spazio sul tuo hard disk.

Applicazioni PWA

Questa nuova feature influirà soprattutto su Edge, con la possibilità di far interagire il browser Microsoft con le PWA (Progressive Web Apps).

Si tratta di una nuova tipologia di software che, pur essendo strettamente legati al web, lavorano in maniera molto simile alle app su desktop.

Ogni programma ha il proprio shortcut sulla barra delle applicazioni e può essere eseguita offline. Questi non saranno però disponibili su Edge: anche Chrome e Mozilla si stanno muovendo in tal senso, così come Apple che introdurrà a breve il supporto ai PWA.

Accoppiamento dispositivi Bluetooth

Questo aggiornamento introduce una novità piuttosto interessante riguardo l’accoppiamento di dispositivi Bluetooth. Basta posizionare un dispositivo che utilizza questa tecnologia in modalità “accoppiamento” nei pressi del personal computer per visualizzare una notifica che chiede la conferma di connessione.

Attualmente non tutti i dispositivi sono collegabili al tuo PC in questo modo, ma non sono escluse patch per espandere questa funzione.

My People

La feature My People ha debuttato con il Windows 10 Fall Creators Update, ma è già pronto per alcune migliorie. Questa feature, ora supporta il drag and drop: è possibile dunque trascinare i contatti nel popup di My People per gestirli poi come meglio credi.

Sinora l’app ti consentiva solo di appuntare tre persone sulla tua barra delle applicazioni, mentre ora puoi scegliere quante ne vuoi inserire da una a dieci. Per fare ciò devi:

  • andare su Impostazioni
  • selezionare Personalizzazione
  • cliccare su Barra delle applicazioni
  • modificare a piacimento il numero di persone

Gestione dei Fonts

Anche la gestione dei Fonts ha ottenuto un restyling grazie a Windows 10 April 2018. Una nuova modalità di gestione è disponibile tramite ImpostazioniPersonalizzazioneFonts: qui è possibile visualizzare, installare e disinstallare i tuoi caratteri preferiti.

Inoltre, i fonts sono ora disponibili anche su Microsoft store e sono installabili direttamente dal negozio online.

Impostazioni grafiche sistemi multi-GPU

Con l’aggiornamento è disponibile una nuova pagina dedicata alle impostazioni grafiche. In essa è possibile scegliere quale GPU sia utilizzata da ogni singola app (se hai un sistema multi-GPU).

L’interfaccia della pagina non si va a sovrapporre a quelle utilizzate dai produttori di hardware specifico come NVIDIA o AMD e, le impostazioni utilizzate con la schermata di Windows avranno la priorità assoluta rispetto a esse.

Cortana

Anche l’assistente virtuale Cortana si rifà il vestito per la primavera. Alcune migliorie all’interfaccia dovrebbero semplificare la gestione di elenchi e promemoria.

Lla nuova funzionalità Cortana Collections è stata unita alla funzionalità Liste di Cortana, dando vita a una interfaccia per la configurazione di qualsiasi tipo di elenco.

cortana

Supporto video HDR

In occasione dell’aggiornamento Windows 10 April 2018, Microsoft ha colto l’occasione per espandere il supporto ai video HDR. Non tutti i dispositivi sono però predisposti per questo formato e, per sapere se il tuo computer può essere compatibile con esso devi:

  • andare su Impostazioni
  • selezionare App
  • cliccare su Riproduzione video
  • dovrebbe esserci l’opzione Stream HDR video, se è su On o se è comunque settabile in questo modo, il tuo dispositivo può leggere questi file.

Pacchetti lingue

I language pack sono ora disponibili su Windows Store e puoi installarli agevolmente andando su di esso.

Secondo quanto affermato dagli sviluppatori Microsoft, essi stanno utilizzando dei particolari software con un alto livello di IA, capaci di migliorare gradualmente le traduzioni: ciò vuol dire che i pacchetti lingue potrebbero essere aggiornati e perfezionati piuttosto frequentemente.

Focus Assist sostituisce Quiet Hours

Con Windows 10 April 2018, la feature Quiet Hours viene definitivamente sostituita da Focus Assist.

Come il predecessore, Focus Assist si occuperà di silenziare le notifiche durante alcune ore del giorno preimpostate. Questa nuova app si attiva automaticamente in alcune particolari situazioni, come quando si attivano programmi o videogiochi a schermo intero.

Focus Assist supporta anche diverse priorità di notifica, quindi puoi consentire a certe notifiche specifiche di mostrarsi, mentre bloccare temporaneamente quelle che consideri a bassa priorità.

Opzioni di visualizzazione e ridimensionamento DPI

Con il nuovo aggiornamento, puoi ottenere ulteriori informazioni sullo schermo e sulla risoluzione seguendo questa procedura:

  • vai su Impostazioni
  • clicca su Sistema
  • seleziona Schermo
  • vai su Impostazioni schermo avanzate

Windows 10 ha ancora qualche difficoltà far rendere bene, sotto il punto dei DPI (ovvero i pixel per pollice), le app più datate. Per migliorare la situazione però, esiste l’opzione Correzioni fisse per le app. Per attivarla è necessario andare in Impostazioni, Sistema, Schermo e Ridimensionamento avanzato.

Abilitata questa funzione, Windows ti mostrerà un popup che occasionalmente apparirà sullo schermo e che conterrà le eloquenti parole Correggi app sfocate?.

Altre modifiche

Naturalmente esistono una serie pressoché infinita di migliorie e modifiche molto più piccole. Windows 10 April 2018 ha praticamente portato cambiamenti in ogni singola app e funzione del sistema, tenendo anche presente che probabilmente successive piccole patch andranno a definire il lavoro che, seppur con qualche falla fisiologica, promette di migliorare notevolmente l’user experience.