Pur essendo un sistema operativo di altissimo livello, Windows 10 non è perfetto. Proprio per questo motivo gli sviluppatori sono sempre a lavoro per proporre delle migliorie in grado di perfezionare sempre di più il sistema operativo.

Un update piuttosto sostanzioso è previsto per l’autunno 2018 e si tratta di Windows 10 Redstone 5. Le novità che accompagneranno questo aggiornamento saranno molte e piuttosto sostanziose: in questo articolo cominceremo ad approfondire la sua conoscenza.

Naturalmente manca ancora molto all’uscita, per cui molte feature qui illustrate potrebbero non corrispondere al risultato finale: in ogni caso si tratta di una panoramica piuttosto interessante, una sorta di “antipasto” di ciò che ci attende per il prossimo autunno.

Windows 10

Windows 10 Redstone 5: cosa c’è da aspettarsi?

Riguardo l’aggiornamento, si conoscono già diverse novità: tra le più importanti si può citare una cronologia degli appunti che si sincronizza automaticamente attraverso più dispositivi o un nuovo tema in versione “dark” per File Explorer.

Grazie all’Insider Preview build 17704 di Windows 10, rilasciato qualche giorno fa, siamo però in grado di esplorare più approfonditamente le nuove feature legate a Windows 10 Redstone 5.

Sincronizzazione degli appunti

Come appena accennato, una delle principali novità legate a Redstone 5 riguarda l’ampliamento delle funzionalità degli appunti. Ora esiste una vera e propria cronologia degli appunti a cui si può accedere con la pressione del tasto Windows combinato al tasto V.

Non solo: ora è possibile sincronizzare la cronologia degli appunti tra diversi dispositivi, sia automaticamente che manualmente (per evitare la sincronizzazione di dati sensibili come password).

Un tema scuro per Esplora file

Windows 10 ora includerà finalmente un tema scuro per Esplora file. Per poterlo abilitare è necessario andare in ImpostazioniPersonalizzazioneColori.

Microsoft ha aggiunto il supporto per i temi scuri ai menu di scelta rapida di Esplora file, incluso il menu di scelta rapida visualizzato quando si fa clic con il pulsante destro del mouse sul desktop. C’è anche un nuovo tema scuro per le finestre standard di dialogo.

Swiftkey debutta su Windows 10

Microsoft ha inglobato nel suo sistema operativo la tastiera SwiftKey nel corso del 2016. SwiftKey è disponibile da tempo Android, iPhone e iPad, ma ora sarà possibile utilizzarla anche  su Windows 10.

La tastiera touch integrata nell’OS è ora resa più potente dalle funzioni di SwiftKey. Attualmente, questo è disponibile solo quando solo in alcune lingue (italiano comunque incluso).

Come funziona SwiftKey

SwiftKey è un tool che offre correzioni e previsioni più precise imparando il tuo stile di scrittura grazie a una sorta di IA. Inoltre, offre anche supporto per quanto riguarda lo scorrimento del dito, permettendo all’utente di digitare scorrendo il dito da una lettera all’altra anziché toccare ciascuna singola lettera.

La funzione di ricerca

La funzione di ricerca del menu Start ora ci mostra un’anteprima delle ricerche. Quando inizi a digitare per cercare qualcosa, Windows ora mostra un riquadro di anteprima con delle informazioni riguardanti il risultato.

Ad esempio, se il menu Start decide che la ricerca sul Web è il miglior mezzo per portare a buon fine la tua ricerca, nel menu Start vedrai i risultati di ricerca Bing.

Una nuova utility per gli screenshot

Windows 10 ora dispone di uno strumento di cattura e ritaglio delle schermate. Puoi utilizzare questo tool per fare uno screenshot dell’intero schermo, di una sola sezione o di una singola finestra. Dopo aver scattato uno screenshot, il nuovo strumento ti consente di modificarlo aggiungendo annotazioni e intervenendo graficamente con simboli come frecce o simili.

Questo strumento di ritaglio viene attivato con la pressione dei tasti WindowsMAIUSCS.

Aggiornamento Microsoft Edge

Microsoft ha lavorato anche per migliorare Edge, ridisegnando alcune delle peculiarità del proprio browser.

Il nuovo menu offre comandi comuni come i pulsanti Nuova scheda e Nuova finestra più grandi oltre a una nuova suddivisione della pagina Impostazioni, ora suddivisa in categorie.

Edge ora offre anche la nuova opzione Media Autoplay (raggiungibile in ImpostazioniAvanzate) grazie alla quale puoi controllare quali siti web sono autorizzati a riprodurre automaticamente i video o meno.

eliminare i cookie

L’interfaccia del browser Edge ha anche altre utili funzionalità come la possibilità di vedere i tuoi siti principali nella “jump list” che appare quando fai clic con il pulsante destro del mouse sul collegamento Edge presente sulla barra delle applicazioni o nel menu Start.

Il supporto dell’autenticazione Web è disponibile finalmente anche su Edge, e consentirà l’utilizzo delle chiavi di sicurezza FIDO U2F e di altri strumenti di autenticazione durante l’accesso ai siti Web.

Microsoft spinge (un po’ troppo) verso Edge

A quanto pare, Microsoft sta testando una modifica che potrebbe risultare piuttosto fastidiosa per gli utenti: grazie a essa, l’app Mail dovrebbe aprire i collegamenti nel browser Microsoft Edge, anche se hai settato come predefinito Chrome o Firefox.

Questa forzatura dimostrerebbe come Microsoft stia spingendo con ogni mezzo verso la diffusione e l’utilizzo di Edge.

Una connessione più affidabile

Microsoft sta passando a nuovi driver Net Adapter in Windows. Ciò migliorerà l’affidabilità della connessione per PC con banda larga mobile (LTE), indipendentemente dal fatto che utilizzino una scheda SIM o un più tradizionale router.

Per i PC con una connessione dati cellulare, la schermata ImpostazioniRete e InternetUtilizzo dati ora mostra anche la quantità di dati che hai utilizzato durante il roaming.

Windows Defender diventa Windows Security

Naturalmente il cambiamento non sarà solamente a livello di nome. Ora è possibile, grazie alla sezione Minacce correnti, vedere tutte le potenziali minacce che richiedono un’azione immediata.

In Windows SecurityProtezione da virus e minacceImpostazioni di gestione, ora è possibile attivare l’opzione Blocca comportamenti sospetti. Secondo Microsoft che questo consentirà di proteggere maggiormente Windows dai virus di tipo exploit

Se si utilizza la funzionalità di accesso alle cartelle controllate per proteggere i file da ransomware, ora è più semplice consentire alle app bloccate di recente di accedere ai propri file. Per fare ciò vai su Windows SecurityProtezione da virus e minacceGestisci impostazioniProtezione ransomwareConsenti a un’app l’accesso alle cartelle controllateApp bloccate di recente per visualizzare le app bloccate di recente e poterle controllare singolarmente.

C’è anche una nuova pagina che ti mostrerà altre app antivirus, anti-malware, firewall e di sicurezza presenti sul tuo dispositivo. Per visionare ciò, sempre sotto  a Windows Security per andare poi su ImpostazioniGestisci fornitori. Da qui, puoi facilmente aprire le app in questione.

Installazione font

Le versioni precedenti di Windows consentivano solo agli utenti con privilegi amministrativi di installare i font. Redstone 5 cambia l’approccio di Windows 10 in questo senso e dà a tutti gli utenti la possibilità di installare i font.

Quando si fa clic con il pulsante destro del mouse su un file di font in Esplora file, è possibile selezionare Installa per un singolo utente o Installa per tutti gli utenti per rendere disponibili i caratteri aggiuntivi a tutti gli utenti del sistema. Quest’ultima opzione, come comprensibile, richiede comunque l’autorizzazione dell’amministratore.

Task Manager

Il Task Manager di Windows ora include due nuove colonne nella tab Processi. Queste colonne sono progettate per aiutarti a capire quali app e servizi in funzione sul tuo sistema consumano più energia.

Per stimare i consumi, sono presi in considerazione la CPU, la GPU e l’attività di utilizzo del disco: in questo modo è possibile capire quale app è più dispendiosa per la tua batteria.

L’altra colonna presente mostra l’attuale consumo di energia di un processo in questo momento. Sotto Tendenza utilizzo energia viene mostro il consumo energetico negli ultimi due minuti.

Naturalmente i risultati di ogni colonna sono ordinabili a piacimento.

Testo ingrandito

Con Windows 10 Redstone 5, è possibile aumentare le dimensioni del testo per quanto riguarda l’intero sistema operativo, incluso nel menu Start, Esplora file eccetera.

Per farlo, vai su ImpostazioniAccesso facilitatoSchermo. Regola il cursore Rendi tutto più grande per aumentare il testo alla dimensione desiderata.

Nuove feature per la Game Bar

La Game Bar, già è stata rinnovata con l’aggiornamento dello scorso aprile, ha alcune utili funzionalità in arrivo. Tra di esse è bene ricordare:

  • migliorie per quanto riguarda la scelta del dispositivo di uscita audio e del controllo di volume delle varie applicazioni
  • maggiori funzionalità per quanto riguarda la monitorizzazione delle prestazioni. Si potrà facilmente visualizzare i frame al secondo (FPS), l’utilizzo della CPU e della RAM per esempio
  • introdotta anche una nuova opzione (detta Risorse dedicate) che consente di migliorare le prestazioni di un gioco su PC anche se sono presenti e funzionanti molte app in background.

Aggiornamenti Skype

L’applicazione Skype per Windows 10 può contare su un grande aggiornamento, che include temi personalizzabili, un nuovo layout per i tuoi contatti e la possibilità di personalizzare la chiamata di gruppo.

Microsoft ha inoltre reso più semplice iniziare a condividere lo schermo durante le chiamate.

Blocco note e Bing

Blocco note può contare sulla una funzione Cerca con Bing.

Per usarlo, seleziona del testo in un documento del Blocco note, quindi fai clic su ModificaCerca con Bing (o premi CTRL e B).

Lanciare una shell Linux direttamente da Esplora file

Ora puoi avviare direttamente una shell Linux in una cartella specifica da File Explorer.

Per fare ciò, tenere premuto il tasto MAIUSC e quindi fare clic con il pulsante destro del mouse su una cartella in Esplora file. Vedrai un’opzione Apri shell Linux qui accanto alla finestra standard.

Diagnostical Data Viewer

Microsoft ha introdotto per la prima volta Diagnostical Data Viewer nell’aggiornamento di aprile 2018 di Windows 10. Deve essere installato tramite Microsoft Store e mostra esattamente quali dati di diagnostica e telemetria Windows 10 sta inviando dal tuo computer ai server Microsoft.

In Redstone 5, il Visualizzatore dati diagnostici ora mostra anche Problem report. Questi vengono generati quando le applicazioni si bloccano o si verificano un altro problema e forniscono a Microsoft o alle informazioni agli sviluppatori per evitare il ripetersi di questi blocchi. È possibile visualizzare informazioni su quando è stato creato il rapporto sul problema, quando è stato inviato e quale applicazione ha causato il problema.

L’applicazione Diagnostic Data Viewer ora ha alcune funzionalità di filtro aggiuntive che è possibile utilizzare per ordinare anche i dati diagnostici secondo diversi criteri.

Cosa è stato posticipato a Redstone 6

Da quanto risulta, alcune feature sono state posticipate al prossimo upgrade piuttosto sostanzioso. Si tratta, per esempio, della funzione Set che consentiva una gestione della funzione Esplora file estremamente avanzata.

Altra funzionalità rimandata è quella che avrebbe cambiato il modo di funzionare della pressione dei tasti Alt e Tab. Per poter apprezzare queste novità, ammesso che Microsoft non abbia intenzione di accantonarle definitivamente.