brevetti correzione parole iOS

Apple sta cercando di migliorare una importante funzione, quella della correzione automatica dei testi grazie a dei nuovi brevetti.  Infatti è possibile che le correzioni automatiche proposte da iOS non siano tempestive oppure il correttore non comprende bene la parola da correggere e infine le query impiegate per elaborare le frasi o parti di essa non danno un soddisfacente risultarto sulla ricerca su internet o sul dispositivo.

A tale scopo Apple ha presentato presentato tre domande di brevetto che sono state pubblicate dall’US Patient and Trademark Office. che dovrebbero correggere i tre problemi suddetti e migliorare il procedimento di correzione automatica dei testi.

Il primo brevetto, dal titolo “Combinazione di tempi e di informazioni sulla geometria di digitazione” analizza i tempi di battitura confrontandoli con quelli che il dispositivo necessita per procedere all’analisi del testo,l ’individuazione dell’errore e la successiva correzione. Viene quindi monitorata la velocità di battitura e confrontata con quella di correzione cercando anche di individuare le doppie battiture di una lettera o di terminare le parole che non vengono scritte completamente

Il secondo brevetto è denominato “Utilizzo di sostituzioni e riconoscimento del testo per la correzione ortografica” prevede che il sistema, dopo una accurata analisi del testo, lo comprenda e identifichi il senso del discorso.

Infine il terzo brevetto, denominato “Utilizzo dei modelli linguistici statistici per la ricerca contestuale” collegato al secondo, elabora il linguaggio basandosi su delle query di ricerca, Isistema analizza il testo per rendere più efficienti le ricerche di determinate parole su internet per renderle più adatte allo scopo.
I tre brevetti non sono ancora stati approvati dalla US Patent and Trademark Office, ma è certo che Apple ci stia lavorando per rendere iOS più preciso nel comprendere il nostro discorso.