Top 5 smartphone: in questo nuovo confronto vogliamo analizzare insieme a voi quali sono i migliori smartphone, top di gamma o meno, che offrono il miglior schermo sul mercato. Ovviamente non sarà un confronto molto soggettivo, anzi, analizzeremo quali sono i pro e i contro un po’ in generale.

Fortunatamente al giorno d’oggi non ci sono solamente smartphone top di gamma che hanno degli schermi interessanti, ma abbiamo anche smartphone che sono prodotti di fascia media e che offrono comunque delle ottime perfomance dal punto di vista visivo.

Top 5 smartphone con il miglior display

LEGGI ANCHE: I migliori smartphone impermeabili per l’estate 2016

Sony Xperia Z5 Premium

sony-xperia-z5-product-6

Ne abbiamo parlato proprio in un precedente articolo di questo dispositivo, Sony Xperia Z5 Premium, fratello maggiore di Xperia Z5, avrebbe potuto dare una svolta a quello che è il mercato degli smartphone grazie proprio al suo schermo con una risoluzione elevata. Nessun produttore di smartphone moderni avrebbe mai pensato di inserire addirittura un pannello 4K all’interno di una diagonale poco superiore ai 5 pollici, non tutto ciò però che oro ciò che luccica come si dice dalle mie parti, sicuramente da un punto di vista qualitativo qui stiamo andando davvero al top, ma tutti quei pixel quanto infrangono sulla batteria? Partiamo dal presupposto che Sony ha previsto tutto; quando girano applicazioni che non supportano tale risoluzione il telefono fa uno scaling della risoluzione dello schermo passando in Full HD o 2K, a seconda delle esigenze dell’applicazione. Ma non è finita qui, in questo caso il pannello è un da 5,5 pollici con tecnologia IPS LCD, questo significa che sotto alla luce del sole si vede davvero bene e i colori sono molto realistici, fra l’altro anche tarabili all’interno del software.

Pro:

-Schermo ottimo per visualizzazioni di contenuti multimediali

-La tecnologia Sony va oltre alla semplice risoluzione aggiungendo chicche software

Contro:

-Tutta questa tecnologia se sfruttata incide molto sulla batteria

-La UI di Android non è proprio ottimizzata per tali risoluzioni, e a volte potremmo vedere qualche impostazione sbiadita

Samsung Galaxy S7 Edge

samsung-galaxy-s7-edge-olimpiadi-2

Partiamo dall’inizio. Vi ricordate quando Samsung lanciò Note Edge? Rimase un telefono un po’ fine a se stesso, nel senso che non è che andò proprio bene per via del posizionamento sul mercato e per via di poche funzionalità che risultava inutile avere questo schermo laterale. Poi arrivç S6 Edge, ed ecco che Samsung capisce benissimo su che cosa puntare. Dopo aver visto parecchie recensioni e testato il device con mano abbiamo visto che lo schermo curvo porta benefici per quanto concerne l’estetica e porta benefici per quanto concerne le funzionalità smartphone. Insomma, è utile, ma quando andiamo a visualizzare foto e video? Non proprio, comunque abbiamo un immagine di un paio di millimetri che è come se sfuggisse dalla nostra porzione di schermo, ma in questo caso ci viene incontro lo schermo Amoled che, grazie alla saturazione dei colori, offre una visualizzazione davvero incredibile. E’ anche da specificare però che stiamo parlando di uno schermo anche smart, abbiamo la possibilità di inserire dei link a delle funzionalità rapide dello smartphone, quindi non solo bello ma anche smart, non è un qualcosa che è li giusto per, ha un obiettivo! C’è anche da specificare un’altra cosa, prima gli schermi Amoled sotto la luce del sole non erano il massimo della leggibilità, ma quelli di Samsung hanno una tecnologia che sfruttando il sensore di luminosità permette a questo schermo di creare colori fluorescenti se venisse utilizzato sotto al sole, di conseguenza la leggibilità in questo caso è perfetta.

Pro:

-Schermo smart e bello allo stesso tempo

-Saturazione incredibile dello schermo Super Amoled

Contro

-Maneggevolezza non al top

-Fruibilità multimediale di video un po’ castrata

Huawei Nexus 6P

google-nexus-6p-2069-001

Non potete negarlo, tutti coloro che sono appassionati al mondo Android quando vedono un Nexus non fanno finta di niente, sono telefoni particolari, di nicchia, proprio come li vorremmo noi nerd del settore ecco; ma questo Nexus 6P, prodotto Google fatto in collaborazione con Huawei è un prodotto che è fatto davvero bene e lo schermo? E’ il fior all’occhiello, ma partiamo dal principio. Huawei Nexus 6P monta uno schermo con una risoluzione 2K, stiamo parlando di un pannello con tecnologia Amoled, stupendo, colori tarati il giusto, risoluzione pazzesca, bordi ridotti al minimo per quanto concerne le cornici laterali e soprattutto una discreta visibilità sotto al sole, non come il Samsung, ma qui siamo su dei livelli un pochino più bassi ecco. C’è da dire però che rispetto al Samsung qui abbiamo dei colori un po’ più da Amoled, più sparati, quindi per coloro che amano i colori saturi. Insomma, questo smartphone ha uno schermo un pochino peggio dei top di gamma, ma costa meno e ragazzi, è un Nexus. Segnaliamo fra l’altro che dato che stiamo parlando appunto di un Nexus e quindi Android Stock a bordo, di conseguenza non è integrato un software per quanto concerne la gestione dei colori se proprio avete bisogno di un software per ricalibrare i colori basta semplicemente cambiare la ROM al suo interno, e dato che stiamo parlando di un Nexus è davvero un qualcosa di semplice.

Pro:

-Schermo Amoled con ottima saturazione

-Cornici laterali molto strette

Contro:

-Visibilità inferiore ai top di gamma odierni

-Impossibilità di calibrare i colori con ROM standard

Lenovo Moto G4 Plus

moto-g-2016

Allora, partiamo dal presupposto che sicuramente stiamo parlando di un prodotto che non è top di gamma e forse neanche paragonabile rispetto a tutti gli altri prodotti che abbiamo preso in analisi, questo è sicuramente vero, ma c’è anche da specificare che molte persone che hanno usato Lenovo Moto G4 Plus hanno detto che questa volta Motorola con lo schermo ha centrato in pieno. Moltissimi recensori in pratica hanno specificato, più volte, che questo schermo quando siamo sotto la luce del sole è come se la riflettesse, di conseguenza più ce luce più lo schermo si vede (non è nessuna tecnologia specificata da Motorola). Del resto stiamo parlando di un pannello da 5,5” con una risoluzione Full HD e con tecnologia IPS, di conseguenza stiamo parlando di un pannello che offre degli ottimi colori e degli ottimi angoli di visuale in qualunque situazione di luce ambientale, e questo è dato davvero molto importante dato che comunque stiamo parlando di un prodotto medio di gamma (costa circa 250-280 euro su Amazon!) e quindi è un dato da ammettere. Dato che stiamo parlando di un prodotto Motorola, e di conseguenza non Android Stock a bordo, è inutile dire che a bordo purtroppo non abbiamo un software integrato che non ci permette di regolare i colori in base ai nostri gusti, ma per chiudere, è un prodotto da considerare se volessimo uno smartphone con uno schermo come si deve.

Pro:

-Schermo visibile sotto tutte le condizioni di luce

-Prezzo concorrenziale

Contro:

-Impossibilità di modificare il bilanciamento dei colori

-Dato che è un IPS che riflette molto la luce del sole potrebbe creare qualche problema di surriscaldamento sotto la luce forte del sole.

Huawei P9 Plus

Huawei-P9-Huawei-P9-Plus-17

Sino ad adesso abbiamo parlato di schermi con risoluzioni incredibili che però portano a dei piccoli problemi software, o comunque a dei piccoli problemi di batteria dato che i pixel da alimentare sono comunque parecchi, probabilmente ecco che siamo arrivati allo smartphone con un ottimo bilanciamento per quanto concerne proprio lo schermo. Huawei P9 Plus di fatto per quanto concerne il reparto dello schermo è uno smartphone davvero interessante, soprattutto per quanto concerne la tecnologia, è pannello Super Amoled con una risoluzione Full HD, di conseguenza chi adora i colori saturi è un ottimo acquisto già da adesso, ma è un ottimo acquisto anche per chi ama gli schermi grandi, qui abbiamo un pannello da 5,5” davvero molto bello e con cornici ridotte. Fra l’altro in questo caso abbiamo tutti i benefici di non avere un software all’interno stock, infatti grazie alla UI di Huawei abbiamo la possibilità di calibrare lo schermo in base alle nostre esigenze la saturazione dei colori. Purtroppo, nonostante il prezzo di circa 600 euro in effetti la risoluzione è bassa, è anche vero che l’occhio umano oltre i 300 dpi non riesce più a distinguere i pixel, è anche vero però che per un top di gamma sarebbe stato meglio uno schermo 2K, ma del resto questo porta benifici per quanto concerne la batteria.

Pro:

-Schermo Full HD e quindi ottimo per l’autonomia

-Possibilità di calibrare i colori

Contro:

-Rispetto alla concorrenza sarebbe stato un meglio un 2K

-Prezzo alto rispetto alla concorrenza

 

Insomma, in questo confronto, forse un po’ lungo, siamo stati poco obiettivi e molto diretti a quelli che sono, in generale, i lati positivi e i lati negativi.

Guida ai regali di Natale 2017 - banner - outofbit .