App androidApp iOSNews

Telegram consente il trasferimento delle chat da WhatsApp (che annuncia l’autenticazione biometrica)

trasferimento telegram whatsapp chat

L’aggiornamento dei termini sulla privacy comunicato da WhatsApp ha spinto moltissimi utenti a disattivare il proprio account sulla celebre piattaforma di messaggistica, optando per altre applicazioni che garantiscano una maggiore tutela dal punto di vista della sicurezza. Sono milioni gli utenti che non hanno affatto gradito la condivisione dei dati personali con Facebook e hanno pertanto deciso di salutare WhatsApp.

trasferimento telegram whatsapp chat

Tuttavia, questo improvviso “esodo” da WhatsApp ha spiazzato completamente i rivali della piattaforma gestita da Mark Zuckerberg, che si sono ritrovati nel giro di poche settimane con un aumento spropositato del numero di iscritti. In pochissimo tempo, app come Telegram e Signal hanno dovuto ospitare molti più utenti di quelli che i loro server potevano gestire: una situazione che ha creato inevitabilmente delle criticità. Inoltre, gli switcher non erano autorizzati a trasferire le loro conversazioni al nuovo servizio di messaggistica: per farla breve, risultava impossibile trasferire le chat da WhatsApp a Telegram.

Fortunatamente sembra che si sia riusciti a trovare una soluzione a questa problematica. Da ieri, infatti, gli utenti di WhatsApp che desiderano passare a Telegram potranno farlo senza perdere i messaggi, i file audio, i video e tutti i ricordi che in genere rimangono nelle conversazioni. Telegram ha annunciato che la nuova funzionalità consente non solo a WhatsApp, ma anche agli utenti di Line e KakaoTalk, di trasportare la loro cronologia chat, inclusi video e documenti, nella sua app.

Gli utenti iPhone che desiderano passare da WhatsApp a Telegram possono farlo aprendo la pagina Informazioni di contatto o Informazioni sul gruppo di WhatsApp, toccare Esporta chat, quindi scegliere Telegram nel menu Condividi. Per quanto riguarda gli utenti Android, è necessario aprire una chat WhatsApp, toccare Altro / Esporta chat, quindi scegliere Telegram nel menu Condividi.

Stando a quanto assicurato da Telegram, tutti i messaggi e i media spostati da WhatsApp non vanno ad occupare spazio aggiuntivo sul dispositivo. Gli utenti di Telegram possono liberare spazio e controllare la dimensione della cache dal menu Impostazioni, recandosi su Dati e archiviazione e successivamente su Utilizzo archiviazione.

Oltre a rendere più facile per gli utenti di WhatsApp passare a Telegram, l’ultimo aggiornamento dell’app consente agli utenti di poter controllare più agevolmente le varie funzionalità di sicurezza, come ad esempio le chat segrete e la cronologia delle chiamate.

Nel frattempo WhatsApp non resta a guardare e cerca di strutturarsi al meglio dal punto di vista della sicurezza per non perdere ulteriori utenti e magari per “riconquistare” coloro che hanno scelto Signal e Telegram. Come ormai noto, all’inizio di questo mese Facebook ha informato gli utenti di WhatsApp che per continuare a utilizzare l’app è necessario accettare l’informativa sulla privacy aggiornata dell’azienda, costringendo di fatto gli utenti a condividere i dati con Facebook e società terze associate.

Una decisione che ha causato un’onda d’urto tutt’altro che banale nella community, tanto da convincere Facebook a ritardare di ben tre mesi l’attuazione della nuova politica, dando alle persone il tempo di prendere una decisione (e probabilmente anche per valutare attentamente le proteste e prendere tempo su eventuali nuove decisioni).

whatsapp autenticazione biometrica

Come riporta Android Authority, WhatsApp ha annunciato che porterà l’autenticazione biometrica su WhatsApp Desktop e Web. “Per collegare WhatsApp Web o Desktop al tuo account WhatsApp, ora ti verrà chiesto di utilizzare lo sblocco del viso o dell’impronta digitale sul telefono, prima di scansionare un codice QR dal telefono per collegare il tuo dispositivo”, si legge in un estratto di una nota rilasciata dalla società.

La nuova funzione di sicurezza ha lo scopo di ridurre al minimo la possibilità che un collega di lavoro, un coinquilino o un perfetto sconosciuto colleghi il proprio dispositivo al nostro account WhatsApp quando ci troviamo lontani dal computer. Per non generare ulteriori polemiche, WhatsApp ha dichiarato che tutti i dati biometrici rimarranno sul telefono e non saranno accessibili o distribuiti a terzi. La funzionalità biometrica arriverà nelle “prossime settimane”, insieme a una riprogettazione di WhatsApp Web per dispositivi mobili.


Fonte Phone Arena

Bio autore

Mi piacciono molto il calcio, la carbonara, gli aperitivi e saper ascoltare. Non mi piacciono elite autoreferenziali, violenza verbale e discriminazioni.
    Potrebbero interessarti
    AccessoriAppleNews

    Le batterie degli Apple AirTag potrebbero essere un rischio per i bambini

    AndroidNewsSmartphone

    Galaxy Z Fold 3 e Flip 3, gli ultimi render rivelano il design dei "foldable"

    AndroidNewsSmartphone

    Galaxy A82 5G svelato per sbaglio. Fine del supporto per il Galaxy S8

    AppleiPhoneNews

    iPhone 13 Pro Max avrà un "notch" più piccolo e fotocamere migliori