La notizia che Facebook ha acquistato WhatsApp ha fatto portare l’attenzione degli utenti verso altre nuove applicazioni di messaggistica mobile, ma quando il servizio è andato in blacout per ore in questo fine settimana, una nuova app ne ha beneficiato più di ogni altra:

Telegram Messenger

Telegram

Questa app rivale è balzata in cima alla classifica dell’ App Store di 48 paesi e ha registrato quasi 5 milioni di nuove iscrizioni per il servizio in un solo giorno. Il team di Telegram descrive il suo software come “simile alle altre applicazioni come WhatsApp, ma migliore in ogni dettaglio“.
Anche se non è del tutto chiaro perché Telegram ha ottenuto la maggior attenzione “grazie” ai problemi di WhatsApp, lo scopo della app (e gli obiettivi) rendono la lettura interessante.
Telegram punta sopratutto alla sua sicurezza e la sua indipendenza. Come WhatsApp, si diceva, non avrebbe mai messo la pubblicità sul suo servizio, cosa potrebbe succedere ora con Facebook di mezzo?


La nuova applicazione di cui vi stiamo parlando è stata costruita e finanziata da Paul Durov, fondatore del più grande VKontakte social network della Russia (noto anche come VK o il Facebook russo), che ha detto a TechCrunch che la sua motivazione principale è stata, al lancio del prodotto, “costruire un servizio di comunicazione che può essere accessibile dalle agenzie di sicurezza russe”.
Il team di sviluppo dell’app spiega che vedono il progetto come “non commerciale“. Dicono che l’app “non è destinata a portare ricavi” e “non potrà mai vendere pubblicità o accettare investimenti esterni.”
Inoltre, non potrà mai essere venduta. Non starebbero quindi costruendo una” base di utenti”.
Oltre a questo Telegram ha diverse caratteristiche che potrebbero dare così il vantaggio rispetto ai suoi rivali, tra cui la possibilità di creare un messaggio thread con funzionalità self-delete (proprio come SnapChat) ovvero di essere cancellato dopo un certo tempo, e il cloud che consente agli utenti di accedere alle chat e supporti condivisi da qualsiasi internet-dispositivo collegato, come ad esempio dal pc o dal tablet contemporaneamente.
La caratteristica più importante, però, è che Telegram è più sicura delle altre applicazioni di messaggistica sfruttando un nuovo tipo di crittografia, quindi maggior sicurezza.
Per maggiori dettagli tecnici circa la loro sicurezza è possibile fare riferimento al sito web di Telegram (clicca qui). Nel sito è presente il download dal AppStore e dal PlayStore oppure usa questi pulsati:

Google Play AppStoreLogo

La società effettua anche dei test di sicurezza con gli utenti che si propongono con la possibilità di guadagnare fino a $ 200.000 in bitcoin.
Finora nessuno ha rivendicato il premio – anche se, si legge nei vai blog, che Telegram abbiamo pagato 100.000 dollari in bitcoin ad un utente dilettante autodidatta che ha individuato un difetto nel loro codice.

Non ci resta che provarlo e continuare a seguire le statistiche della sfida Telegram Vs WhatsApp.