Le voci di qualche giorno fa, avevano rassicurato molti appassionati Apple, che già gustavano l’idea di stringere presto tra le mani un iPhone 5 e addirittura anche, un Mac Book Pro, dotati di tecnologia LiquidMetal. Ma queste voci sembrano già essere state smentite.

Apple, nel 2010, aveva acquistato i diritti esclusivi della Liquidmetal Technologies ma fino ad ora questa tecnologia è stata utilizzata solo per la rimozione della SIM dall’iPhone 3G, ma uno dei creatori delle leghe Liquidmetal, Atakan Peker, ha dichiarato che secondo lui questa tecnologia non sarà utilizzata da Apple, prima di due o tre anni, perché produrre le scocche per ricoprire i Mc Book Pro, viste le dimensioni notevolmente maggiori, rispetto a quelle del dispositivo per la rimozione della SIM, richiedono molto tempo e ci sono anche molti rischi riguardo al funzionamento della connettiva WiFi e Bluetooth.

Ecco perché secondo Peker è molto più probabile che per il momento Apple si orienti verso la produzione di componenti in LiquidMetal molto piccoli, ma visto che si tratta solo di supposizioni per il momento, non rimane che aspettare e vedere come e in quanto tempo, Apple riuscirà a sfruttare questa nuova tecnologia.