Durante l’ultima Samsung Developers Conference, la società sudcoreana ha annunciato la sua nuovissima skin One UI basata sull’ultima versione di Android 9 Pie.

samsung

Nel corso della conferenza, la compagnia ha confermato che avrebbe rilasciato One UI solo per i top di gamma rilasciati nel 2018, ovvero Galaxy S9, Galaxy S9 + e Galaxy Note 9. Nelle ultime ore è emerso un nuovo report, pubblicato dal portale Android Authority, che suggerisce che l’aggiornamento One UI arriverà anche su alcuni telefoni più datati, ovvero Galaxy S8, Galaxy S8 + e Galaxy Note 8. Inoltre, un canale di assistenza clienti Samsung in Germania ha dato il via alla possibile data di lancio della versione beta aperta di Samsung One UI, basata su Android 9 Pie.

L’articolo di Android Authority confuta quelli precedenti, che hanno dichiarato che Samsung non avrebbe implementato l’esperienza One UI sui telefoni sopra citati. In ogni caso, il report non chiarisce se questi telefoni saranno idonei per la versione beta aperta o meno. Nei prossimi giorni Samsung dovrebbe chiarire maggiormente questi aspetti.

AllAboutSamsung riferisce che la società prevede di lanciare la One UI basata su Android Pie su Galaxy S9, Galaxy S9 + e Galaxy Note 9 a partire da giovedì 15 novembre. Queste informazioni provengono da una risposta del supporto clienti in Germania. Inoltre, pare che la versione open beta di Android Pie e One UI sarà disponibile per la prima volta in Germania, Stati Uniti e Corea del Sud, seguita da India, Cina, Francia, Spagna e Regno Unito.

Coloro che posseggono un Samsung Galaxy S9, Galaxy S9 + o un Galaxy Note 9, possono registrarsi alla versione beta aperta scaricando l’app Samsung Members o Samsung + da Galaxy Apps o Google Play Store. Dopo aver effettuato l’accesso, basta andare su Avvisi e selezionare la One UI Beta Program Registration. Una volta registrato, l’utente deve recarsi su Impostazioni> Aggiorna software, in modo tale da verificare la presenza di un aggiornamento.

Samsung One UI è l’ultimo software della società basato su Android Pie ed è progettato per offrire un’esperienza utente “più naturale e confortevole”.