Agli inizi di settembre, il noto blogger Eldar Murtazin ipotizzava che Samsung potesse esser intenzionata a lavorare a degli smartglass simili a quelli di Google, chiamati Gear Glass, ed ora, un brevetto depositato da Samsung e del quale conosciamo l’esistenza grazie al Wall  Street  Journal ha dato ancor più credito a tale ipotesi.

GearGlass

Come sappiamo, il Wall Street Journal è una fonte molto attendibile di informazioni, informazioni che spesso si sono rivelate vere.
Il brevetto mostra un paio di occhiali con pulsanti sui lati della montatura e una fotocamera anteriore direzionata nel senso dei nostri occhi (avrebbe senso se così non fosse?). Inoltre c’è anche una piccola descrizione, nella quale è indicato che i Glass Gear possono interfacciarsi con gli smartphone, per mezzo del bluetooth o dell’ NFC non ci è chiaro, ma fondamentalmente questo accoppiamento servirà per visualizzare informazioni e notifiche e svolgere alcune funzioni.

Gear Glass

Sembrano esser presenti un paio di auricolari, incorporati, che consentono agli utenti di ascoltare musica o ricevere chiamate direttamente dai Gear Glass. Quello che fa storcere il naso per il momento è la presenza di un cavo per l’utilizzo degli occhiali, al contrario dei Google Glass che non ne hanno bisogno. Probabilmente questo cavo verrà poi abbandonato nel corso dello sviluppo di questo progetto, ma per ora sono solo  ed unicamente ipotesi.

Ricordiamo che il Galaxy Gear ha già dato a Samsung un notevole vantaggio rispetto alla concorrenza per quanto riguarda gli smartwatch, essendo l’unica oltre a Sony a possederne uno proprietario (per Sony siamo ormai al terzo, lo Smartwatch 2, successore dell’omonimo). Se Samsung saprà portare avanti bene i Gear Glass , e saprà crederci quel poco che basta, si avranno delle belle sorprese.

Via