Nel 2018 arriverà sul mercato il rivoluzionario Samsung Galaxy X, lo smartphone con schermo flessibile che riserva una sorpresa: si trasforma in tablet!

Samsung galaxy xLo smartphone con schermo flessibile sta per diventare realtà: gli ingegneri di Samsung sono al lavoro sul prototipo del Galaxy X, il rivoluzionario smartphone con schermo flessibile. 

A diffondere le prime indiscrezioni sul prototipo, ci hanno pensato fonti molto vicine alla Samsung che hanno anche parlato di una data indicativa di presentazione: a quanto pare, il Galaxy X verrà presentato sul mercato nella prima metà del 2018. Sembra, infatti, che la produzione dei pannelli OLED flessibili potrebbe essere già ultimata quest’anno. Un ingresso sul mercato che è stato ritardato dai vertici della Samsung per garantire un dispositivo completo ed affidabile.
Ricordiamo, infatti, che il Galaxy X doveva essere presentato sul mercato nel terzo trimestre del 2017.
E mentre gli appassionati di tecnologia e di smartphone fremono per l’attesa, il team di ingegneri della Samsung sono all’opera per portare sul mercato uno dei prodotti più attesi del 2018.

Samsung Galaxy X: lo smartphone che si “trasforma” in tablet

Del modello Galaxy X si sa ben poco: la Samsung vuole mantenere il più stretto riserbo sul nuovo “gioiellino” che verrà presto immesso sul mercato. Ma le prime indiscrezioni sono trapelate sul web. Sembra, infatti, che il Galaxy  X sarà dotato di schermo da 5 pollici il cui pannello – oltre a piegarsi – si potrà aprire. Una caratteristica, questa, che trasforma lo smartphone in un tablet.
Il Galaxy X potrebbe, dunque, essere un ibrido, un prodotto rivoluzionario, a metà strada tra uno smartphone ed un tablet da 7 pollici.

La dotazione hardware e software del Samsung Galaxy X

Indiscrezioni sono trapelate anche sulla dotazione hardware del Galaxy X che, a quanto pare, monterà chip di fascia alta e sarà dotato di una memoria RAM da 8 GB e ben 256 GB da utilizzare come archivi.
Il Galaxy X utilizzerà una versione di Android modificata dal team di ingegneri della Samsung per adattarsi al pannello del nuovo smartphone.