A un mese e mezzo di distanza dalla certificazione TENAA, si torna a parlare di Samsung Galaxy S9 Mini: la versione “depotenziata” dell’attuale top di gamma è apparsa in un interessante video leaked che conferma una feature particolarmente attesa.

samsung galaxy s9 mini

In Cina, e in alcuni mercati asiatici, potrebbe chiamarsi Samsung Galaxy Dream-Lite; il suo nome in codice è SM-G8850. Di fatto, però, se mai dovesse arrivare anche in Europa lo conosceremo come Samsung Galaxy S9 Mini. E’ lo smartphone già apparso ad inizio aprile nel database del TENAA e che dovrebbe essere a tutti gli effetti la versione “alleggerita” del top di gamma presentato lo scorso febbraio.

Oggi è comparso un video leaked della durata di una decina di secondi in cui viene mostrato il device e quella che dovrebbe essere la sua caratteristica principale: la dual cam posteriore. I due sensori sono posti in alto a sinistra, in verticale, in puro stile iPhone X.

Al di là della somiglianza col “melafonino del decennale” non si tratta ovviamente di una scelta banale: basti pensare che il Galaxy S9 “standard”possiede una sola fotocamera posteriore e che la configurazione dual cam è prerogativa della versione Plus.

Insomma, potremmo trovarci di fronte ad un potenziale best-buy di questo 2018, al netto di un ovvio depotenziamento nell’hardware. Tanto per dirne una, a bordo dovrebbe esserci lo Snapdragon 660, il migliore tra i medio gamma Qualcomm, e non lo Snapdragon 845 che troviamo nella versione americana dell’S9.

Samsung Galaxy S9 Mini è atteso inoltre con un display con diagonale da 5.8 pollici e risoluzione pari a 2960 x 1440 pixel (tradotto, aspect ratio 18.5:9), oltre ai 4 o 6 GB di memoria RAM. Nel video, tra l’altro, è ben visibile una posizione diversa del sensore per le impronte digitali, situato più in alto sulla scocca posteriore.

E’ utile ricordare che soltanto pochi giorni fa l’azienda coreana ha presentato anche il Galaxy S Light Luxury in Cina, smartphone che fuori i confini asiatici dovrebbe chiamarsi Samsung Galaxy S8 Mini.