A meno di una settimana dalla presentazione di Samsung Galaxy S9, finisce subito sul banco degli imputati l’Intelligent Scan, l’equivalente del Face ID su iPhone X. Il riconoscimento facciale è stato velocizzato ma si tratta solo di un aggiornamento del sistema: con tanti saluti alla sicurezza…

samsung galaxy s9 intelligent scan

Molti di voi lo ricorderanno: qualche mese fa salì agli onori della cronaca tale Jan Krissler, meglio conosciuto come “Starbug“, un hacker con buona fama sulla rete. Krissler pubblicò un video in cui mostrava come bypassava, con pochi e nemmeno complicati passaggi, il sistema di riconoscimento facciale di un Galaxy S8 usando la foto del legittimo proprietario. Ebbene, in modo anche un po’ provocatorio, Starbug ha già fatto sapere di non essere interessato a compiere la stessa impresa su Samsung Galaxy S9. Il motivo? Non sarebbe “divertente”, in quanto si tratterebbe di hackerare lo stesso e identico sistema del top di gamma 2017.

Insomma, Samsung non sembra aver fatto centro neppure stavolta col suo Intelligent Scan, fermo restando che andrà tutto valutato con le prove sul campo. Un interessante articolo di CNET, però, anticipa quello che più o meno era già nell’aria: l’azienda coreana ha sì migliorato la user experience riducendo, e di molto, i tempi di riconoscimento del volto (ora inferiori anche ad iPhone X) ma non ha fatto passi avanti sulla sicurezza.

Andrew Blaich, esperto in materia, ha insistito su questo punto: “Samsung ha voluto mettersi al livello di Apple col riconoscimento facciale ma ha dimenticato lo scopo di questi metodi di sblocco: la sicurezza”.

La dimostrazione ulteriore è che neppure stavolta l‘Intelligent Scan servirà ad utilizzare direttamente il servizio Samsung Pay. Il gigante asiatico, in altri termini, non lo ritiene ancora affidabile.

Ricordiamo che il riconoscimento del volto su Samsung Galaxy S9 avviene prima con un’analisi del viso in 2D, poi con l’incrocio dati con quelli ottenuti dalla scansione dell’iride. Evidentemente ancora troppo poco in rapporto a quanto riesce a fare la True Depth Camera su iPhone X col suo meticoloso sistema di riconoscimento in 3D.