Il prossimo top di gamma di Samsung si rivela essere uno dei progetti più ambiziosi dell’intera casa coreana. Scopriamo il perché, e in cosa consisterà Galaxy S6.

samsung galaxy s6

Samsung Galaxy S6, il nuovo “Project Zero”

In un’ottica di rinnovamento del design e dei contenuti del proprio nuovo top di gamma, Samsung Galaxy S6, che andrà inesorabilmente a soppiantare il “vecchio” S5 a partire dal 2015, la casa coreana più celebre in ambito consumer technology ha rilasciato nelle ultime ore alcune interessanti rivelazioni circa il primo prototipo di Galaxy S6, attualmente allo studio, nei feature e nell’hardware, sotto il curioso quanto misterioso project name di “Project Zero”.

Il decisivo cambio di rotta nell’assegnare i nomi di prototipo al nuovo membro della famiglia Galaxy ha fatto presagire drastici cambiamenti di riprogettazione, considerando il fatto che i precedenti top – Galaxy S4 e lo stesso S5– utilizzarono semplici lettere dell’alfabeto per essere identificati in fase di creazione. Project Zero, dunque, come decisa mutazione della periferica rispetto alle precedenti, seguendo l’evoluzione avvenuta da tempo su Note. Di certo avremo parecchio da attenderci, grazie ai 4GB RAM di cui il dispositivo sarà equipaggiato, e a profondi cambiamenti a livello display (si vocifera un QXD, per allinearsi ai recenti trend).

Tutto ciò nella speranza di restituire a S6 la dignità che purtroppo è mancata su scala diffusa a S5, certamente un ottimo terminale, purtroppo però spesso snobbato in favore di alternative altrettanto popolari. Per allinearsi ad una forte tradizione di chipset ottimi, Galaxy S6 sarà disponibile in due alternative, SoC Exynos oppure Snapdragon, all’insegna di un power saving sempre apprezzato.

Attendiamo quindi il 2015, anno chiave per la casa coreana e il suo nuovo, attesissimo e quel che più conta, performante top di gamma.