Samsung Galaxy s5Samsung Galaxy S5 sta arrivando? Non esageriamo. Diciamo che in questo periodo, i rumors su questo dispositivo stanno invadendo ogni sito di tecnologia presente nel web.

C’è, tra tutti i rumors riguardanti il Samsung Galaxy S5, una voce che sarebbe una rivelazione sorprendente se fosse confermata.

In pratica, sembrerebbe, che il nuovo smartphone della casa coreana, l’ormai famosissimo Samsung Galaxy S5, potrebbe essere prodotto senza l’ Optical Image Stabilization (OIS).

Per chi non mastica molto il mondo della fotografia digitale, e quindi non sa di che cosa stiamo parlando, vi spieghiamo brevemente di che cosa si tratta, facendoci aiutare anche da alcune immagini.

Samsung Galaxy S5 2Una delle lamentele più frequenti, tra gli utilizzatori di smartphone, è proprio la qualità delle fotografie scattate.

Nella maggior parte dei casi, infatti, le immagini risultano essere sfocate ed è per questo motivo che i produttori hanno introdotto l’OIS all’interno dei propri prodotti.

Questa tecnologia permette di stabilizzare le immagini al momento dello scatto. Non è infatti raro che al momento dello scatto della foto, l’utente poco esperto muova leggermente il telefono, e questo comporta un risultato non soddisfacente.

L’OIS ha il compito di stabilizzare l’immagine, cosi da ridurre al minimo la sfocatura e aumentando la qualità dello scatto.

Ecco, il problema è proprio qui.

Sembra infatti che Samsung sarà costretta a non inserire l’OIS all’interno del Galaxy S5 a causa probabilmente delle poche scorte garantite dai propri fornitori.

Dai rumors che circolano in questi giorni, sembra che samsung abbia deciso di rilasciare il suo nuovo gioiellino tra Marzo e Aprile e questo non darebbe il tempo necessario alle aziende produttrici di fornire Samsung del componente fondamentale.

Per quanto riguarda invece, la produzione successiva, quindi quella che avverrà nella seconda metà dell’anno, questo problema non dovrebbe essere presente, e quindi il Samsung Galaxy S5, prodotto nel secondo semestre, dovrebbe avere al suo interno anche l’OIS.

Lo stesso problema è stato riscontrato anche sui Samsung Galaxy Note 3, che sono stati prodotti senza OIS.

Da parte nostra non possiamo fare altro che sperare che i fornitori riescano a lavorare a ritmi ancora più serrati per riuscire a soddisfare le esigenze di mercato, ma ci chiediamo anche:

vale veramente la pena anticipare l’uscita di un prodotto di pochi mesi, rinunciando ad un componente cosi importante?

Noi crediamo di no.

E voi cosa ne pensate?

Diteci la vostra nei commenti qui sotto!


 

VIA