Il Samsung N7000 Galaxy Note è stato presentato nel 2011 e, da quel momento, questa linea del colosso coreano ha conquistato la fiducia di molti clienti in tutto il mondo. I modelli si sono susseguiti fino al recentissimo Samsung Galaxy Note 9, smartphone disponibile in Italia dallo scorso 24 agosto.

Ma quali sono le differenze di questo ultimo modello rispetto al suo predecessore? Il prezzo del dispositivo giustifica questo tipo di upgrade o no? In questo articolo affronteremo il confronto tra questi due tipi di dispositivi.

 

Quali sono le principali differenze tra Samsung Galaxy Note 9 e Galaxy Note 8?

Al di là di quelle che possono essere i freddi numeri e le specifiche del nuovo modello di smartphone Samsung, qualunque utente già in possesso di un Galaxy Note 8 si sta probabilmente chiedendo in questi giorni se vale la pena mettere ancora una volta mano al portafoglio.

Design

Il primo fattore il gioco riguarda il design del nuovo dispositivo Samsung: il Galaxy Note 9, rispetto al Galaxy Note 8, si presenta come più corto ma più largo e pesante, con fotocamera e posteriore nonché sensore di impronte digitali leggermente diversi rispetto al predecessore.

samsung galaxy note 9 s-pen

Misure alla mano, le dimensioni del Galaxy Note 8 sono 162,5 x 74,8 x 8,6 millimetri, mentre il peso è di 195 grammi. Il Note 9 risulta di 2 millimetri più corto e di 2 più largo e leggermente (201 grammi). Questione di millimetri che però, al contatto con la mano o in tasca si fanno sentire.

Display

Come per quanto riguarda il design, tra Galaxy Note 8 e 9 vi è un piccolo cambiamento, con l’introduzione di bordi curvi presenti su entrambi i lati del device.

Samsung si affida a uno schermo Super AMOLED e una risoluzione Quad HD + di 2960 x 1440 pixel, con le principali modifiche del display sul nuovo dispositivo che mirano solo a ottimizzare le prestazioni del display rispetto alla versione di smartphone precedente.

Anche le dimensioni del display variano: si va dai 6,3 del Note 8 ai 6,4 del modello più recente. Viene invece mantenuto il formato 18.5: 9.

SoC

Samsung si affida solitamente a due opzioni per quanto riguarda il SoC: Qualcomm o Exynos.

Il Note 8 si è affidato a un Qualcomm Snapdragon 835 o Exynos 8895 con 6GB di RAM. Il Note 9 invece, punta su un  Snapdragon 845 o Exynos 9810 con 6 GB di RAM, oltre a 128 GB di memoria interna.

Questo nuovo hardware rende un telefono più potente, il che si ripercuote in maniera positiva sull’esecuzione di app e videogiochi, con un dispositivo più veloce per quanto riguarda lo scorrimento da una schermata all’altra: se utilizzi intensamente il tuo smartphone, molto probabilmente percepirai con piacere questa differenza.

galaxy note 9

Batteria

Una delle migliorie più evidenti che differenziano il Galaxy Note 9 rispetto al Note 8 è la durata della batteria.

L’ultimo modello di Samsung infatti, ha una batteria da 4000mAh che va letteralmente a surclassare quella del Note 8 che era di 3300mAh: una differenza estremamente tangibile.

Spazio di archiviazione

Il Galaxy Note 8 è dotato di tre opzioni di archiviazione (64, 128 o 256 GB).

In tal senso, il Note 9 presenta solo due opzioni, anche se risultano decisamente più in linea con le necessità della maggior parte di utenti (128 o 512 GB).

S-Pen

Un altro cambiamento piuttosto epocale riguarda l’utilizzo della S-Pen. Questa periferica, con Samsung Galaxy Note 9 è stata dotata di Bluetooth, una tecnologia che consente di effettuare una nuova serie di operazioni e trattare il device come una sorta di telecomando multimediale.

Con la S-Pen sarà ora possibile gestire proiettori di diapositive, controllare la riproduzione della musica ed effettuare tante altre attività simili. Con l’utilizzo della tecnologia Bluetooth La nuova S-Pen, ha bisogno di una propria batteria (anche se secondo Samsung essa si caricherà dalla Note 9 in poco meno di un minuto).

Su Note 8, la S-Pen era già un oggetto molto utile, risultando però più “passivo” rispetto alla sua nuova versione.

galaxy note 9

Camera

Già il Note 8 si è contraddistinto per l’aggiunta del sistema a doppia fotocamera con un obiettivo zoom, imponendosi come uno degli smartphone più evoluti sul mercato sotto questo punto di vista.

Il sistema delle fotocamera si è evoluto ulteriormente con il Note 9, con la fotocamera principale che ha ottenuto un sistema a doppia apertura per migliorare le prestazioni anche in condizioni di scarsa illuminazione.

I megapixel rimangono gli stessi, con due sensori da 12 megapixel a bordo, un teleobiettivo e uno grandangolare.

Il Note 9 offre anche tecnologia AI per ottimizzare le immagini in base al contesto in cui viene scattata, nonché alcune funzioni di rilevamento per informare l’utente se una foto scattata presenta imperfezioni.

Colori disponibili

Il Galaxy Note 9 è disponibile sul mercato con la colorazione blu oceano, lavanda, rame o nero.

Il Galaxy Note 8 è stato lanciato sul mercato nelle versioni nero di mezzanotte, blu profondo, grigio orchidea e acero.

Prezzi

Ultimo parametro da prendere in considerazione è il prezzo: il Samsung Galaxy Note 8 è stato uno dei telefoni più costosi nel periodo in cui è stato lanciato (sconfitto poco dopo da iPhone X di Apple).

Samsung ha mantenuto i prezzi alti con il Note 9 in vendita a poco più di 1.000 euro per il modello da 128 GB o circa 1.200 euro per il modello da 512 GB.