News

Samsung Galaxy M11 design e specifiche svelate da Play Console

Samsung Galaxy M11

Apparentemente Samsung si sta preparando ad espandere ulteriormente la sua serie M di smartphone. La società sta lavorando per presentare il nuovo Samsung Galaxy M11, che, una volta lanciato, diventerà il modello base della famiglia. L’M11 ora appare nell’elenco ufficiale di Google dei dispositivi Android che supportano i servizi Play, dettaglio che certifica il fatto che questo telefono sarà presto disponibile.

Samsung Galaxy M11

Grazie alla comparsa di nell’elenco di Google siamo in grado di comunicarvi il design e diverse specifiche del nuovo dispositivo. L’elenco scoperto da Techie Jerry contiene anche un rendering del Galaxy M11 che conferma alcune indiscrezioni che già circolavano, come i pulsanti fisici situati sul bordo destro del telefono e il display Infinity-O con un ritaglio d’angolo. Ecco un’immagine del lato frontale:

Samsung Galaxy M11

Il Galaxy M11 avrà un display touch con risoluzione 720×1560 e, come puoi vedere dall’immagine sopra, una fotocamera selfie nella parte superiore sinistra.
Il Galaxy M11 avrà un chip Qualcomm Snapdragon 450, simile al Galaxy A20s, verrà eseguito Android 10 dal primo giorno, con One UI 2.0 di Samsung. Per quanto riguarda la CPU il dispositivo avrà in dotazione 3 GB di RAM e un chip grafico Adreno 506, anche se al lancio Samsung potrebbe rendere disponibili ulteriori varianti con diverse configurazioni di archiviazione.
Wi-Fi Alliance ha certificato il Galaxy M11 a gennaio, un processo che ha rivelato che avrebbe supportato solo la banda Wi-Fi a 2,4 GHz.
Secondo le informazioni finora in circolazioni possiamo dire che il modello arriverà sul mercato nei colori blu, nero e viola.


Fonte gsmarena

Potrebbero interessarti
AndroidNewsSmartphone

Snapdragon Tech Summit, ecco le date: la novità sarà Snapdragon 8 Gen2

AndroidNewsSmartphone

La fotocamera del Galaxy S23? Niente di esaltante (almeno per ora)

News

BLUETTI EP500Pro arriva sul mercato europeo

AppleMacNews

MacBook Pro M2, SSD più lenti rispetto al MacBook Pro M1