Qualche giorno fa avevamo parlato di un problema che si è presentato sul Samsung Galaxy A3 in seguito all’aggiornamento ad Android Oreo: un update molto atteso dai possessori del dispositivo, ma che inaspettatamente ha portato un bug molto fastidioso, caratterizzato da riavvii improvvisi del sistema.

galaxy A8

Come se non bastasse, Samsung deve ora fare i conti con molte altre segnalazioni che riguardano un altro suo device, ovvero il recente Galaxy A8 (2018), anch’esso interessato da un problema. Stavolta, però, le lamentele hanno come obiettivo l’altoparlante del telefono, che risulterebbe malfunzionante in seguito all’ultimo aggiornamento del software.

Diversi utenti hanno infatti sottolineato la comparsa di uno strano suono del diffusore dopo aver installato l’aggiornamento di sicurezza di febbraio distribuito da Samsung. Questo problema sembra verificarsi maggiormente quando lo smartphone si trova in carica, ma alcuni utenti hanno segnalato anche altri casi. Come molti ricorderanno, Samsung aveva presentato ufficialmente il Galaxy A8 (2018) alla fine dello scorso anno, insieme al Galaxy A8 + (2018): il dispositivo ha visto poi il suo ingresso nel mercato nel gennaio 2018.

Le segnalazioni di interruzione del suono degli altoparlanti in Galaxy A8 (2018) sono emerse sui forum di Samsung. Gli utenti interessati hanno affermato che il problema riguardante l’altoparlante dei dispositivi Galaxy A8 (2018) si presenta indipendentemente dal fatto che si tratti di una telefonata, di un video, di una musica o di una suoneria. È interessante notare che alcuni utenti sostengono che il problema si verifica anche quando la ricarica del telefono è quasi completata: un indizio che lascia pensare che il bug possa essere anche correlato alla batteria.

In molti dei casi segnalati, i ripristini hardware e le reimpostazioni di fabbrica non sembrano offrire molto aiuto. Si attendono comunicazioni ufficiali da parte del colosso di Seul, che al momento non sono ancora pervenute. Con tutta probabilità, Samsung risolverà il problema tramite il prossimo aggiornamento OTA.