Le divisioni Home e Business di HP si sono spesso trovate ad affrontare dei contrasti importanti, tanto che pare che anche l’azienda stessa abbia deciso di dichiararlo pubblicamente.

Almeno così si legge in un articolo pubblicato dal Wall Street Journal, che ha addirittura affermato che il gigante tecnologico si sta per dividere in due società, una dedicata all’aspetto hardware e ai servizi aziendali, l’altra focalizzata esclusivamente sui personal computer.

HP-PC

Pare che, nel caso fosse veramente così, la notizia potrebbe essere ufficializzata già entro la giornata di oggi.

Il Wall Street Journal non è però a conoscenza delle motivazioni che starebbero dietro a questa decisione, ci informa solamente del fatto che la divisione PC dovrebbe essere guidata da uno degli attuali dirigenti di HP, Dion Weisler, mentre l’attuale CEO Meg Whitman dovrebbe essere a capo della divisione business, mantenendo però un ruolo di supervisore anche nell’altra società.

Dopo l’articolo del Wall Street Journal, un’altra fonte ha affermato di essere a conoscenza della scissione. Si tratta di Recode, che ha però aggiunto di conoscere i motivi che hanno spinto l’azienda ad effettuare questa operazione.

Sembra che HP non abbia avuto riscontri positivi durante le prima trattative per vendere la propria divisione PC a Dell o a Lenovo. In più, ha avuto alcuni problemi con il colosso dei servizi di storage EMC, famoso soprattutto per il noto servizio di virtualizzazione VMWare; la fusione con società sarebbe saltata non solo per motivi economici, ma anche perchè EMC vedeva come un peso il comparto PC, in questo momento in netto declino.

Isolare il settore PC potrebbe quindi riaprire le trattative lasciate fino ad oggi in sospeso con la società di servizi di storage, ma potrebbe dare vita anche ad accordi simili con altre aziende che, come EMC, non erano convinte della fusione a causa della situazione non molto rosea con il comparto PC di HP.