Recensione Razer Phone 2
Recensione Razer Phone 2

Chi l’ha detto che per giocare bisogna utilizzare esclusivamente il pc o la console? Noi crediamo il contrario e proveremo a dimostrarlo con questa recensione Razer Phone 2, lo smartphone da gaming che prova a migliorarsi e a rispondere alla concorrenza.

Sì, perché quello degli smartphone da gaming è un settore che si sta definendo sempre meglio e che offre diverse soluzioni, non ultima quella dell’Asus ROG Phone, considerato il miglior smartphone da gioco e uno di quei modelli con il quale deve confrontarsi il “nostro” Razer Phone 2. Razer è un’azienda californiana che opera proprio nel settore gaming e che dopo l’uscita del primo Razer Phone ha aumentato le aspettative e le esigenze degli utenti che dal Razer Phone di seconda generazione si aspettano molto. Vediamo nella nostra recensione Razer Phone 2 di capire se il lavoro fatto è all’altezza delle attese degli utenti.

Confezione

Recensione Razer Phone 2: Confezione
Recensione Razer Phone 2: Confezione

Anche per questa recensione Razer Phone 2 partiamo dalla confezione. La scatola è molto elegante e curata e all’interno troviamo, oltre allo smartphone, anche l’alimentatore 12V/2A, un cavo USB-C/USB-C e l’adattatore per il jack audio di tipo USB-C. Il contenuto della confezione è questo, dove mancano le cuffie e dove invece sono presenti alcuni adesivi Razer. Niente di particolare insomma, ci si è limitati all’essenziale.

Design e costruzione

Recensione Razer Phone 2: Design
Recensione Razer Phone 2: Design

Passando ad analizzare il design e la costruzione di questo smartphone entriamo nel merito della recensione Razer Phone 2 e iniziano alcune delle prime perplessità. Dal punto di vista costruttivo questo smartphone è piuttosto robusto (il peso supera i 200g) con una scocca in metallo e la parte posteriore in vetro Gorila Glass lucido che dona quel tocco di eleganza in più, oltre a permettere la ricarica wireless. Non si può però omettere che l’ergonomia di questo smartphone lascia un po’ a desiderare, sia per le dimensioni e il peso, ma anche per il design che è troppo simile a quello del modello precedente e dal quale ci si sarebbe aspettato qualcosa in più. La costruzione robusta, però, viene compensata dal livello di impermeabilità IP67 che è sicuramente un punto molto importante in uno smartphone.

Rimanendo nell’ambito del design qualche piccolo cambiamento è stato effettuato nella parte posteriore, dove la doppia fotocamera è stata spostata in posizione più centrale (e anche armonica). Sotto la fotocamera c’è il classico logo Razer che si illumina grazie al sistema Razer Chroma RGB, un tratto caratteristico dei prodotti dell’azienda californiana. L’illuminazione del logo può essere personalizzata tramite l’applicazione dedicata.

Hardware

Recensione Razer Phone 2: Hardware
Recensione Razer Phone 2: Hardware

Uno dei punti nodali di questa recensione Razer Phone 2 è quella del comparto hardware, dove ci si attendono prestazioni di livello assoluto, trattandosi di uno smartphone per il gaming. La scheda tecnica recita la presenza del processore Qualcomm Snapdragon 845 octa-core da 2.8GHz, GPU Adreno 630, 8GB di RAM e 128GB di memoria interna. La connettività è invece affidata all’LTE fino a 1200Mbps, il Bluetooth 5.0, il WiFi dual band a/b/g/n/ac, l’NFC e il sensore per il riconoscimento delle impronte digitali (posto sul lato destro). Per supportare le sessioni di gioco più intense è presente una camera di vapore che ha il compito di raffreddare lo smartphone quando salgono le temperature.

Questi i dati, ma come rendono? Il Razer Phone 2 ha prestazioni hardware da capogiro che lo rendono decisamente spettacolare sia per il gaming che nell’utilizzo tradizionale. L’esperienza d’uso non ha eguali e la scelta fatta da Razer di orientarsi verso questa componentistica hardware, su un display pazzesco (come vedremo subito dopo) paga restituendo uno smartphone affidabile che è un vero piacere utilizzare.

Display

Recensione Razer Phone 2: Display
Recensione Razer Phone 2: Display

Passiamo ora a parlare del display, che ha dalla sua una velocità eccezionale, che lo rende decisamente di un livello superiore alla concorrenza.

Parliamo di un pannello LCD da 5.72” in 16:9, con una frequenza di 120Hz e una risoluzione di 2560x1440px. Rispetto al primo Razer Phone è migliorata anche la luminosità.

La velocità di aggiornamento di 120Hz è davvero squisita per i videogiochi, garantendo una maggiore fluidità nell’esecuzione anche dei videogame più esigenti. Tale caratteristica è ovviamente da apprezzare anche nell’utilizzo quotidiano. La maggiore velocità di aggiornamento tipica di un display LCD viene “pagata” sacrificando la migliore vivacità dei colori di un pannello OLED, com’è nel caso dell’Asus ROG Phone. E’ però un prezzo legittimo e sostenibile vista la resa finale. Inoltre per chi lo volesse la frequenza di aggiornamento può essere personalizzata e impostata anche a 60Hz o 90Hz.

Recensione Razer Phone 2: Gaming
Recensione Razer Phone 2: Gaming

Una nota a margine va fatta sulla scelta dell’impiego del formato 16:9. Più che esprimere un giudizio va fatta una considerazione. Il Razer Phone 2 ha scelto il formato 16:9 in quanto permette di avere un display effettivamente più grande. E’ un rischio in quanto non corrisponde al trend vigente che è orientato verso formati più allungati.

Più che un vezzo questo può tradursi nel medio e nel lungo periodo come un “danno” al Razer Phone 2. Per quale motivo? Non sarà quindi in linea con lo sviluppo di app e giochi che, inevitabilmente, punteranno agli standard più recenti e diffusi.

Audio

Ancor più degli smartphone “normali” per questo device da gaming è bene spendere due parole anche per il comparto audio.

Gli altoparlanti frontali regalano un suono spettacolare. Questo è possibile anche grazie al supporto Dolby Atmos che regala un suono surround 5.1 assolutamente fantastico, sia per i videogiochi che per i contenuti multimediali di qualsiasi tipo.

Il livello di impermeabilità del Razer Phone 2 si percepisce anche nella miglior protezione degli altoparlanti rispetto al modello precedente, perfezionando anche la qualità audio, rendendo il volume meno rumoroso quando è al massimo.

Software

Recensione Razer Phone 2: Software
Recensione Razer Phone 2: Software

Per quel che riguarda il comparto software troviamo il sistema operativo Android 8.1 Oreo con il Nova Launcher Prime, che assicura un livello di personalizzazione incredibile.

Molto del successo di questo smartphone, così come della resa tecnica, la si deve anche all’ultima versione del sistema operativo di Google, che è integrato perfettamente e che garantisce velocità e affidabilità. È previsto anche l’aggiornamento ad Android 9 Pie, potendo quindi contare su un ulteriore miglioramento dell’esperienza d’uso.

La grande personalizzazione di cui abbiamo parlato si rende perfettamente visibile non solamente dal punto di vista estetico con le impostazioni tipiche di Nova Launcher Prime, ma anche e soprattutto grazie alle app Chroma e Cortex. Con Chroma è possibile configurare il funzionamento del logo presente nella parte posteriore dello smartphone. Invece con Cortex è possibile configurare moltissimi dettagli dal punto di vista tecnico, per assicurarsi performance sempre impeccabili.

Anche da questi aspetti si apprezza la qualità di questo smartphone da gaming.

Fotocamera

Recensione Razer Phone 2: Fotocamera
Recensione Razer Phone 2: Fotocamera

Ci siamo a lungo soffermati a parlare di hardware e display di questo smartphone, che lo rendono unico rispetto alla concorrenza, che quasi abbiamo tenuto in secondo piano la questione fotocamera. La fotocamera principale, quella posteriore, è dotata di un doppio sensore da 12MP con il secondo sensore che svolge il compito di zoom ottico da 2X. La fotocamera anteriore, invece, è da 8MP. Purtroppo la qualità degli scatti fotografici non eccelle e rientra discretamente nella media. Quando la luminosità è ottima gli scatti sono buoni, in alternativa diventa molto difficile raggiungere la sufficienza.

Batteria

Recensione Razer Phone 2: Batteria
Recensione Razer Phone 2: Batteria

La batteria del Razer Phone 2 è da 4000mAh e supporta la ricarica rapida Quick Charge 4.0+ che permette in 30 minuti di ricaricare la batteria del 50%. La questione autonomia è ovviamente delicata considerando le altissime prestazioni tecniche. Mantenendo il display a 120Hz l’autonomia non supera le 4 ore, mentre con un utilizzo normale a 60Hz si arriva tranquillamente a fine giornata.

Qualche problema viene riscontrato, invece, per la ricarica wireless. La bobina è posta nella parte bassa ed è difficile posizionarla in maniera corretta sulla base di ricarica. Il consiglio è quello di utilizzare una base di ricarica molto grande dove collocare interamente lo smartphone.

Conclusione

Recensione Razer Phone 2: Conclusione
Recensione Razer Phone 2: Conclusione

Siamo giunti alla conclusione di questa recensione Razer Phone 2.

La nostra analisi del telefono ha portato a individuare caratteristiche tecniche pazzesche, soprattutto sul display.

Il Razer Phone 2 è un ottimo telefono, ma probabilmente non al punto di essere all’altezza di una concorrenza che è aumentata e divenuta più agguerrita. C’è da considerare che il Razer Phone 2 non introduce sostanzialità novità rispetto al modello precedente, se non leggeri miglioramenti. Unitamente ad un design per molti aspetti superato, rimane per molti versi un incompiuto. Il prezzo importante non aiuta a convincere del tutto gli appassionati del settore.

Galleria fotografica

GIUDIZIO FINALE
Confezione
7
Design e costruzione
6,5
Hardware
9
Display
9
Software
7.5
Fotocamera
7
Batteria
8
SHARE
Articolo precedenteXiaomi Redmi Note 3 Pro riceve la MIUI 10 Global Stable con Android 6
Articolo successivoCome usare OBS per fare lo streaming Twitch (e non solo) di giochi da PC

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome