Recensione Blackview P10000 Pro
Recensione Blackview P10000 Pro

Abbiamo avuto già modo di incontrare prodotti a marchio Blackview, come nel caso del BV9000 Pro e dell’Ultra Plus; questa volta vogliamo approfondire il discorso, con una recensione ad hoc, di un altro smartphone dell’azienda cinese, che prende il nome di Blackview P10000 Pro, e che si candida ad essere un device molto interessante soprattutto in termini di prestazioni. Scopriamo perché.

Confezione, contenuto ed unboxing

Blackview P10000 Pro: Unboxing
Blackview P10000 Pro: Unboxing

Partiamo al solito dalla confezione che si presenta molto ricca e assortita, differenziandosi da quelle di altri device. All’interno troviamo il nostro Blackview P10000 Pro, una cover in silicone nero opaca, una pellicola protettiva, il cavo USB-C, uno spinotto USB da 5A-5V, l’adattatore OTG, quello da microUSB a USB-C, quello da USB-C al jack audio da 3.5mm e un paio di auricolari (con attacco da 3.5mm); oltre ai tradizionali documenti, manuali e certificati di garanzia e alla chiave per estrarre lo slot per la SIM sembra non mancare davvero nulla.

Design e costruzione

Blackview P10000 Pro: Design
Blackview P10000 Pro: Design

Il design del Blackview P10000 Pro è un po’ il primo elemento con il quale confrontarsi. Ci troviamo infatti davanti ad un device un po’ anomalo rispetto ai soliti smartphone, sia in termini di rotondità delle forme che in termini di peso (siamo sui 294g). La scocca, disponibile in tre colori (Mirror Grey – Mirror Silver – Leather Grey), è in metallo, vetro e gomma e deve le sue dimensioni consistenti al fatto che deve ospitare una batteria piuttosto voluminosa. A caratterizzare il design ci sono inoltre anche i bordi piuttosto evidenti intorno al display. Una particolarità molto sorprendente è quella della presenza del sensore per il riconoscimento delle impronte digitali, realizzato in alluminio, nella parte destra della scocca, dove sono posizionati anche i tasti accensione e quelli per la regolazione del volume. Molto interessante il discorso sull’impermeabilità essendo presente la certificazione IP68, degna dei migliori smartphone resistenti all’acqua.

Come detto il design e la costruzione del Blackview P10000 Pro è fuori dal comune; non si può parlare di smartphone brutto in quanto si tratta di un device ben fatto. Probabilmente è più una questione di abitudine e di comprendere se valga la pena rinunciare a uno smartphone dallo stile più classico in favore di caratteristiche tecniche degne di nota. Scopriamo quali sono.

Hardware

Il Blackview P10000 Pro monta un processore Helio P23 MT6763 octa-core a 2GHx, GPU Mali-G71, 4GB di RAM, 64GB di memoria interna (espandibile tramite microSD e microSDHC). Dal punto di vista delle prestazioni il risultato dei benchmark effettuati mostra un’ottima risposta; il Blackview P10000 Pro si mostra un ottimo rivale anche per un device come lo Xiaomi Mi A2. Non male quindi.

Dal punto di vista della connettività troviamo invece il WiFi b/g/n, il Bluetooth 4.0, il 4G LTE da 300/50 Mbps a 800Mhz, mentre si nota l’assenza del sensore NFC e della radioFM. Trova spazio invece il sistema di riconoscimento facciale Face ID (da aggiungere a quello per il riconoscimento delle impronte digitali) e i classici sensori di prossimità, accelerometro, luce ambientale, GPS/GLONASS/A-GPS e bussola digitale.

Display

Blackview P10000 Pro: Display
Blackview P10000 Pro: Display

Dal punto di vista del display troviamo uno schermo da 6” FullHD (risoluzione 1080x2160px con 403ppi) che offre una buona nitidezza dei colori unita ad un altrettanto ottima luminosità. Forse un po’ limitato il touchscreen che riconosce solo 5 tocchi contemporaneamente, ma durante l’utilizzo quotidiano è un dato che non incide molto. Una parte del display, quella inferiore, è destinata ad ospitare i tre tasti funzione che sono quindi on-screen e riducono leggermente la dimensione effettiva dello schermo.

Software

Blackview P10000 Pro: Software
Blackview P10000 Pro: Software

Sul Blackview P10000 Pro troviamo il sistema operativo Android 7.1 Nougat ma si parla di un possibile aggiornamento ad Android 8.1 Oreo. Per quel che riguarda la personalizzazione non sono da registrare novità o particolarità rilevanti e il tutto, salvo alcuni segni di un’ottimizzazione non proprio convincente, funziona senza grossi problemi.

Fotocamera

Blackview P10000 Pro: Fotocamera
Blackview P10000 Pro: Fotocamera

Il comparto fotografico del Blackview P10000 Pro parla di una doppia fotocamera posteriore da 16MP (sensore Sony IMX298) e 0.3MP, con f/2.0, Flash LED DuoTone, HDR e registrazione video fino a 1080p. la doppia fotocamera frontale prevede un sensore Sony IMX135 da 13MP e uno da 0.MP con FlashLED e possibilità di registrazione fino a 720p. La scheda tecnica, come spesso accade, non mostra chiaramente la realtà dei fatti essendo le fotocamere del Blackview P10000 Pro non realmente doppie. I secondi sensori, infatti, non hanno le funzioni di zoom ottico et simila come ci si attenderebbe.

La qualità degli scatti è nella media, buoni ma niente di superlativo. A incidere in maniera leggermente negativa c’è anche il software che interviene sulla resa delle foto con un’eccessiva artificialità dei colori e della nitidezza. Per questa fascia di prezzo è un livello normale e accettabile ma ci si poteva attendere qualcosa di leggermente migliore.

Batteria ed autonomia

L’aspetto peculiare e più pubblicizzato del Blackview P10000 Pro è sicuramente quello della batteria, da 11000mAh, e che garantisce un’autonomia pazzesca, fino a 4 giorni di utilizzo continuativo. Per mostrare la resa della batteria e delle prestazioni di questo device, Blackview ha realizzato questo video dove mostra il suo gioiellino come si comporta con 1 ora di gaming, 1 ora di riprese video, 1 ora di chiamate, 30 minuti di riproduzione video e 30 minuti di streaming audio. Ecco i risultati:

Dopo questo uso intensivo il Blackview P10000 Pro vanta ancora un livello della batteria residuo all’84%. Si tratta fondamentalmente di un risultato pazzesco anche se bisogna considerare che per completare la ricarica del dispositivo ci vogliono circa 7 ore, un tempo piuttosto lungo, ma che in parte ripaga considerando l’autonomia dello smartphone.

Prezzo

Per avere il Blackview P10000 Pro bisogna spendere poco più di 250€, un prezzo tutto sommato convincente e sostenibile per il livello di componenti hardware e prestazioni tecniche fornite.

Conclusione e giudizio su Blackview P10000 Pro

Blackview P10000 Pro: Conclusione
Blackview P10000 Pro: Conclusione

Siamo partiti con moltissime speranze nella recensione del Blackview P10000 Pro e alcune di esse (come quelle relative al comparto fotografico e alle prestazioni del software) non hanno del tutto convinto. Allo stesso tempo abbiamo analizzato un dispositivo realmente eccellente sia in termini di costruzione e robustezza che in termini di autonomia.

Nel complesso il Blackview P10000 Pro ci sembra uno smartphone che meriti attenzione e considerazione specie se, come sembrano confermare le indiscrezioni, possa giungere a breve l’aggiornamento ad Android 8. Crediamo che il Blackview P10000 Pro punti sui due aspetti principali che uno smartphone medio dovrebbe valorizzare: la resistenza e l’autonomia.

Il design di questo device è un po’ ostico da digerire (abituati come siamo a smartphone dalle linee arrotondate e design curvi), ma non è meno intrigante di altri e assicura un livello di protezione notevole, non ultimo quello relativo all’impermeabilità. Avere uno smartphone che possa durare per 4 giorni consecutivi senza doverlo collegare all’alimentatore è sicuramente un valore aggiunto che fa pendere la bilancia verso una valutazione complessivamente positiva di questo modello.

Galleria fotografica

GIUDIZIO FINALE
Confezione
9
Design e costruzione
8.5
Hardware
8
Display
8
Software
7
Fotocamera
7
Batteria
9.5
SHARE
Articolo precedenteCon Iliad adesso si può sbloccare la navigazione oltre i 30 GB mensili: ecco come
Articolo successivoRecensione Nubia Z17 Lite: bello, possibile ed economico