Alcuni possessori di Google Pixel XL hanno segnalato nelle ultime settimane che i loro dispositivi sono affetti da un bug in fase di ricarica. Il primo portale a riportare il problema è stato Android Police. Apparentemente causato dall’aggiornamento ad Android 8.1 Oreo, questo bug fa sì che il telefono si assoggetti a stati di carica potenzialmente pericolosi.

Un bug fa sovraccaricare Pixel XL: per Google “non c’è pericolo”

google pixel bug

Per farla breve, ciò che sta accadendo è che il Pixel XL, in alcune circostanze, tenterà di assorbire fino al 40% in più di corrente dal caricatore di quanto non consenta il caricabatterie. Sulla maggior parte dei caricabatterie, come quello ufficiale fornito da Google o qualsiasi altro caricabatterie compatibile con USB-C PD, il wattaggio corretto causa l’interruzione della ricarica ogni qual volta si verifica un sovraccarico di energia.

L’utilizzo di un caricabatterie con protezione da sovracorrente può rivelarsi un problema, poiché, dopo 3 o 4 cicli, il telefono si carica semplicemente a una velocità inferiore. Tuttavia, se un caricatore non ha questa protezione, il Pixel che tenta di attingere questa potenza in più può arrivare a danneggiare il telefono. Fino a quando Google non risolverà definitivamente questo bug, è consigliabile attenersi al caricatore USB-C fornito con il telefono.

Gli utenti hanno iniziato a segnalare questo problema a gennaio di quest’anno. Per fortuna, non sembra che il bug abbia interessato tutti i dispositivi Pixel XL. Nel frattempo, il responsabile della sicurezza e della conformità tecniche per Google Consumer Hardware, John McNulty, ha annunciato un’implementazione nelle prossime settimane che andrà a risolvere il fastidioso problema. McNulty ha voluto anche tranquillizzare gli utenti: “I test effettuati dai nostri tecnici della sicurezza – afferma il responsabile – hanno inoltre confermato che un’eventuale sovracorrente momentanea del tipo descritto, anche in condizioni d’uso normali, non costituirebbe un pericolo per la sicurezza”.