Dire in maniera netta quale sistema operativo mobile tra Android ed iOS è migliore è ardua impresa. Numerosi utenti preferiscono iOS ad Android, altri preferiscono Android, ma non ci sono dubbi sul fatto che la piattaforma di Google si riveli superiore in alcuni aspetti rispetto al rivale di Apple. In questo articolo vedremo per l’appunto dove Android è meglio di iOS.

Dove Android è meglio di iOS

Perchè Android è meglio di iOS? I punti forti del robottino verde

LEGGI ANCHEPerché iOS è meglio di Android?

Apertura:

Il sistema operativo mobile di Google è di natura aperta ed open-source. In riferimento all’apertura, le case produttrici di smartphone e tablet vanno a differenziare la versione originaria, denominata Stock, introducendo le loro applicazioni. Questo vuol dire che uno smartphone HTC sarà differente da un telefono LG o da un Samsung Galaxy. In riferimento alla natura open-source, progetti di sistemi autonomi del calibro di MIUI, CyanogenMod e Paranoid Android possono essere installati su ogni telefono. Su iOS, di questa possibilità non c’è traccia.

Personalizzazione:

Una volta che avete acquistato uno smartphone, un tablet o un phablet Android, vi sono così tante opzioni disponibili in fase di utilizzo, da farvi avere tra le mani un dispositivo totalmente differente. Potete divertirvi a cambiare le suonerie, i caratteri, a scegliere i widget e launcher potendo così contare su una homescreen totalmente rinnovata. In ogni caso, visto l’elevato livello di personalizzazione, voi utenti, a seguito dei cambiamenti operati, vi troverete ad usare un dispositivo vostro a tutti gli effetti e modificato secondo il vostro stile ed i vostri gusti.

Maggior numero di dispositivi:

Tante case produttrici di smartphone, tablet e phablet scelgono Android come sistema operativo. Samsung, LG ed HTC sono solo i brand più affermati. iOS gira solo su iPhone e su iPad. La scelta di Apple di mettere sul mercato iPhone 6 e iPhone 6 Plus ha annullato il divario a favore di Android in termini di grandezza del display ma Android rimane in testa sul fattore della differenziazione dei prodotti.

Google Now:

L’esperienza umana offerta da Siri è leggermnete superiore nel restituire le informazioni d’interesse. Tuttavia, Google Now vi mette a disposizione un’esperienza più coinvolgente per via della perfetta integrazione con tutti i servizi di Big G.

Notifiche più interattive:

Anche qui il divario si è accorciato, specie dopo l’avvento di iOS 7 e, soprattutto, di iOS 8. Va detto però che Android, al momento, resta in vantaggio. Basti pensare che su alcuni smartphone, potete sapere chi vi ha cercato, grazie a vibrazioni personalizzate e LED di notifica multicolore, senza la necessità di procedere alla disattivazione dello standby.

Condivisione:

Su questo aspetto, il sistema operativo mobile del Colosso di Mountain View è almeno due spanne sopra rispetto ad iOS, dato che ogni sua applicazione dispone del menù “Condividi”. Vi basta un semplice tocco per inoltrare ai vostri contatti, via e-mail o via Facebook, documenti e file di ogni genere. Senza limiti.

Mappe:

Dal flop delle mappe su iPhone 5 ne è passata di acqua sotto i ponti. Tuttavia, Apple è ancora indietro rispetto a Google. O meglio, questo è un altro aspetto dove Android è meglio di iOS. Le mappe odierne vi forniscono indicazioni vocali per raggiungere la destinazione di vostro interesse, vi forniscono informazioni sulle condizioni del traffico, sull’andamento dei mezzi pubblici e avvisi basati sulla vostra posizione, mediante Google Now.

Accesso al file System:

Avere l’opportunità di sfogliare i contenuti archiviati sullo smartphone, sul tablet o sul phablet come semplici cartelle, con il passare del tempo è diventata un’esigenza di primaria importanza per qualsiasi utenti. Su Android ciò costituisce la normalità. ES File Manager, OI File Manager, Total Commander, Astro Cloud & File Manager, File Explorer sono tutte applicazioni per gestire nel modo migliore i file su dispositivi Android nella maniera più semplice possibile, come se fosse un computer. Provatele e non resterete delusi.

 

Personalmente preferisco Android ma non sono di certo un fanboy di Google.