Pandora Premium entra a far parte dell’elenco di servizi in abbonamento per ascoltare musica in streaming. Il servizio ha un costo di 10 dollari.

Pandora Premium

Pandora Premium, è il caso di dire: “Tutta un’altra musica”. Nell’elenco dei servizi in abbonamento per ascoltare musica in streaming, c’è una novità il cui lancio ufficiale avverrà durante questa settimana. Il servizio, dal costo di 10 dollari come quello dei rivali, unisce le radio personalizzate all’ascolto di brani musicali on-demand.

Tante le funzioni disponibili: la possibilità di iniziare una playlist con una o due canzoni, ad esempio, e farla completare dagli algoritmi di Pandora con brani simili. Come ha spiegato il Ceo della compagnia, Tim Westergren: “Ogni giorno decine di milioni di persone si fidano di noi per scegliere la canzone giusta per loro. Per questo motivo la gente trascorre più tempo con Pandora che con qualsiasi altro servizio musicale”.

Attualmente sul sito dell’azienda è possibile richiedere un invito per testare gratuitamente Pandora Premium. La novità punta a far concorrenza, appare chiaro, a Spotify che ha ben 50 milioni di utenti paganti e ad Apple Music con oltre 20 milioni di abbonati.

Per chi non lo sapesse, Pandora è stato uno dei primi servizi di streaming musicale. Era il lontano 2000 quando la piattaforma permetteva agli utenti di creare delle stazioni radio virtuali partendo dall’inserimento di un brano o di un artista gradito. Il sistema sfruttava quindi un algoritmo creato appositamente dal Music Genome Project per cercare brani simili a quello segnalato dall’utente.

Segnaliamo infine la presenza del piano Pandora Plus: al costo di 4.99 dollari al mese permette agli utenti di saltare i brani che non piacciono mentre è in corso la riproduzione di una stazione radio o playlist.