OnePlus One

OnePlus One, anche sè venduto con rom CyanogenMod 11S, non dispone di una recovery modificata, nè il root dal produttore. Per effettuare tutto quello detto nelle precedenti righe, basta seguire la guida posta sotto con i relativi dati da scaricare:

OnePlus One: root, recovery e sblocco del bootloader

File necessari per il tutto:

  • SDK versione super SLIM | Download
  • PC Windows
  • Pacchetto Recovery 1 Click ClockWorkMod | Download
    • Recovery TWRP per chi preferisse | Download
  • SuperSU per il Root | Download

Adesso andiamo a seguire la guida per lo sblocco del bootloader, root e recovery del device:

Il primo passo è lo sblocco del Bootloader | Resetta il telefono e il suo contenuto |:

  • Scaricate l’SDK
  • Copiatela nel disco C:
  • Entrate nella cartella Platform Tools
  • Premere sul PC tasto Shift + tasto destro del mouse
  • Cliccare su Apri Finestra di Comando Qui
  • Accendete il OnePlus One in FastMode premendo Volume su + power
  • Digitare sulla finestra del PC:
    • fastboot devices | Controllare che esca un numerino
    • fastboot oem unlock
  • Attendere la fine della procedura
  • Digitate:
    • fastboot reboot
  • Il telefono si riavvierà con un robottino verde e resetterà il telefono

Secondo passo: installazione Recovery modificata:

  • Scaricate il pacchetto Recovery
  • Accendete il OnePlus One in FastMode premendo Volume su + power
  • Cliccate sul file rayglobe_start.bat
  • La procedura inizierà automaticamente e avvierà il telefono con la ClockWorkMod
    • Se volete utilizzare la TWRP, basta scaricare il file .img dall’ultimo link e sostituire la recovery.img con l’immagine della TWRP nella cartella “Pacchetto Recovery”
  • Riavviate OnePlus One da Recovery

Terzo Passo Root:

  • Una volta riavviato lo smartphone connettetelo al PC e copiate il file SuperSU nel telefono (qualsiasi cartella anche download)
  • Riavviate il OnePlus One in recovery Mode (Volume giù + power)
  • Cliccate Install e cercate il file .zip copiato in precedenza e installatelo.
  • La procedura andrà a buon fine e sarà sufficiente riavviare l’ultima volta OnePlus One.