La terza beta di Android Q è ora disponibile per i possessori di OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro. La società ha condiviso i link per il download per entrambi i telefoni e gli utenti non dovranno fare altro che scaricare e installare l’aggiornamento sui loro dispositivi.

oneplus 7

OnePlus ha pubblicato una guida completa su come installare l’aggiornamento e tornare alla versione stabile, nel caso gli utenti cambiassero idea. In entrambi i casi, il telefono richiederà il “flashing”: pertanto è sempre cosa buona e giusta eseguire il backup dei dati. Questo aggiornamento è essenzialmente pensato per sviluppatori e early adopter, e molto probabilmente è pieno di bug.

OnePlus ha già fatto sapere che questo aggiornamento ha molti problemi già noti: ad esempio potrebbe non funzionare Ambient Display, oppure potrebbero presentarsi problemi di stabilità del sistema. Gli SMS non possono essere inviati quando VoLTE è attivo, la gesture di navigazione non funziona, così come la modalità di ripristino. La compagnia del CEO Pete Lau, inoltre, afferma che alcune app potrebbero non funzionare come previsto.

Gli utenti che sono intenzionati ad installare l’aggiornamento, devono assicurarsi che il loro OnePlus 7 o OnePlus 7 Pro abbia almeno il 30% di batteria e 3 GB di spazio di archiviazione (ancora meglio se ne ha di più). Il post del forum ha anche dei link per tornare alla versione stabile di Android Pie.

Con l’aggiunta di OnePlus 7 e OnePlus 7 Pro, l’azienda di Shenzhen può ora vantare quattro telefoni che fanno parte del programma beta di Android Q (ci sono anche OnePlus 6 e 6T). Al momento Google non ha ancora rivelato la data esatta di rilascio della nuova versione del robottino verde, nè tantomeno quale dolce verrà scelto per denominare la versione numero 10 del sistema operativo: l’unico dettaglio che possiamo dare per certo è che Android Q arriverà entro il 2019.

LEAVE A REPLY

Lascia un commento
Inserisci il tuo nome